…di tv

Ieri abbiamo guardato su nove, il docufilm di Rigopiano.

Non sono in grado di recensire il tipo di trasmissione, voglio solo scrivere qui la grande ammirazione per i vigili del fuoco, i volontari della protezione civile, rispetto per il manutentore che ha contribuito al salvataggio delle persone con la sua conoscenza dell’hotel.

Scrivo qui il profondo sdegno per chi non ha creduto alle parole di cui invocava aiuto.

Sdegno per chi sapeva che quella zona era a rischio.

Come fate a dormire sereni?

Semplicemente non ve ne importa altrimenti non avreste dato i permessi.

Toccanti sono state le parole di una mamma di una vittima, lei insegnante, che dice di provare vergogna a sentire l’inno italiano.

Purtroppo nel tempo abbiamo visto come eventi gravi siano finiti in lungaggini ed in un niente di fatto.

Sarebbe bello che per una volta non fosse così.

Non solo faldoni di carte, ma segnali veri di una giustizia seria.

Annunci

…di piccola riflessione di un venerdì pomeriggio strano

Sono passati un paio di anni da quando ho effettuato la mia iscrizione al faccialibro.

Seguo gruppi che sono compatibili con i miei interessi.

In generale posso dire che la vastità di umanità che circola é così varia e variegata che almeno un paio di volte a settimana mi stupisco del fondo raggiunto da alcuni cervelli.

Ultimamente quello che ho letto più spesso in un particolare gruppo é l’ostentazione dell’amore incondizionato per il peloso di casa, ma abbinata all’ossessione della pulizia, dell’odore e dell’igenizzare.

Per come la vedo io, il mio pelosino ha il suo spazio, ha le sue ciotole, il suo cibo e poi del fatto che mi lasci il pelo in giro e vi assicuro che la muta di un coniglio si nota, o che ci sia del fieno per casa non m’interessa.

Altrimenti non l’avrei preso.

Perciò non capisco questi miriadi di foto di cagnolini con sotto la richiesta di “aiuto urgentissimo” per la pulizia.

Dovevate pensarci prima, ormai rilassatevi e godetevi il vostro pelosino.

…di 20

I tuoi, mio caro Estraneo.

Senti il fiato sul collo del tempo che vuol iniziare a farti sentire meno ragazzo, ma più giovane uomo.

Siamo ancora in fase di transito nel tunnel della stronzaggine adolescenziale, incontriamo ancora momenti tortuosi in cui vorrei darti un calcio nel culo e buttarti fuori casa ed altri in cui placidamente si chiacchera di tutto e con assennatezza, in quei momenti penso ancora ad uno scambio di persona da parte di qualche entità aliena.

Comunque…

Auguri (ancora un po’) Estraneo.