…di “muschin”

Lo si sa da tanti anni di blog che la mondina vive in zona di pianura.

In pianura ci sono millemilioni di zanzare che ogni anno mettono alla prova il nostro sistema nervoso.

La stagione non è ancora ufficialmente iniziata.

A terra.

In cielo invece ci sono eccome ed anche tanti altri insetti.

Tutto questo giro di parole per dirvi che finalmente Estraneo ha iniziato la tanta famigerata “alternanza scuola-lavoro” (una bella boiata lasciateci da Renzi &CO) in aeroporto.

Il ragazzo ed un suo compagno ieri, sotto la guida del tutor, hanno pulito con  due tipi di spugnette ed acqua un Piper, più altri lavori di normale manutenzione.

Nei fine settimana il lavoro è molto perchè c’è il viavai dei paracadutisti e dei vari voli panoramici.

Estraneo ieri sera è crollato nel suo letto nonostante sotto di lui ci fossero la sorella ed una sua amichetta che giocavano imperterrite.

Il lavoro nobilita il fisico e la mente.

Marito gli ha detto che allora la prossima volta può lavare l’auto, sicuramente più piccola di un Piper.

 

 

Pubblicato in pensieri | Contrassegnato , | 3 commenti

…di pelosi

Dopo anni passati a dire che in casa nostra animali mai, bastavamo già noi, vi dico che da metà maggio una bestiolina vera in zampe e pelo entrerà in casa nostra.

Gabbietta, nome e disegno di benvenuto sono già pronti manca solo l’interessata.

Prenderemo una coniglietta.

Marito: Siamo invecchiati, ci siamo rimbambiti che abbiamo ceduto alla bestia.

Agry: Tu sei vecchio, io ho solo cambiato idea 😉

Pubblicato in dialoghi | Contrassegnato , , | 5 commenti

…di musica ed altro

 

La Fr@ ha messo il suo piedino per la prima volta sul tappeto di gara ed è andata bene, ha sorriso ai giudici, ha svolto il suo esercizio senza far trapelare emozione.

Il portamento dritto e fiero dato dal dover camminare sulle mezzepunte, lo chignon bene fermo sulla testa, il suo body bianco con le frange rosa fluo che si muovono ad ogni suo movimento e la gioia negli occhi di fare ciò che le piace.

Non importa che la sveglia sia suonata alle cinque del mattino, lei sorrideva e si muoveva felice sulla sua musica.

Estraneo ha recuperato con uno straordinario 6.5 il debito di matematica.

Grazie alle ripetizioni di una prof.sa in pensione (ben pagata) ed alla sua presa di coscienza su quanto stiamo spendendo si è messo sotto ed abbiamo persino comprato per la seconda volta dei quaderni da usare a scuola.

Ogni tanto lo guardo e vedo in lui l’uomo che si sta facendo strada tra gli ormoni adolescenziali, sia fisicamente (il collo più grosso e i lineamenti che si definiscono) ed anche con le conversazioni su ciò che gira intorno al suo sport, ai suoi amici, sugli atteggiamenti verso la vita in generale mi fanno un pochino sperare che il seme della ragione sia attecchito.

Io.

Marito.

Siamo qui che a volte l’arrivare a  mezz’ora di conversazione è già un successo.

Il tempo che stringe, gli impegni (voluti od improvvisi) che si accavallano ci triturano l’anima.

Forse ci siamo persi, oppure no.

Siamo qui e non abbiamo tempo di vederci.

Ognuno corre nella direzione assegnatasi per seguire gli altri.

 

…Io e te, io e te
Dentro un bar a bere e a ridere

…Io e te, io e te
Seduti sul divano
Parlar del più e del meno

 

 

 

Pubblicato in personale | Contrassegnato | 3 commenti