.. di 48

Gli anni di un caro amico.

Non di quelli che frequenti, ma quelli che quando li incontri è come se li vedessi ogni sera.

Una persona buona, ma di bontà vera, quella onesta, una persona simpatica, humor inglese, una pacatezza di modi che ti conquistava.

In nemmeno tre mesi ha lasciato la donna della sua vita e due ragazzi in odore di adolescenza.

Lascia una mamma e dei fratelli.

Ha lasciato tante persone che lo conoscevano basite.

Non dimenticheremo mai i tuoi modi gentili e la tua zazzera rossiccia.

Sei morto lo stesso giorno del papà, ovviamente la gente muore e nasce ogni giorno, ma questa coincidenza mi ha colpito.

Annunci

…di violenza

Non posso pensare ed accettare il fatto che in un futuro lontano, ma non troppo, mia figlia potrebbe aver timore di lasciare un fidanzato.

È talmente assurdo, ma così vero che mi viene la nausea.

Sta diventando troppo frequente e non credo che sia solo perché con il web le notizie corrono veloci.

Questa gente disturbata si sente quasi “alla moda” è una forma di schifosa emulazione.

…di mancanze

La mancanza dei nonni era tangibile, le candele a simboleggiare la loro presenza erano ben tre quest’anno.

La mancanza dell’ultimo nonno è stata ancora più forte perché non ci siano ritrovati sommersi di cioccolatini, torroncini, vino e stuzzichini varie.

Era il suo segno distintivo, arrivava con ogni peccato di gola possibile ed io fingevo che non saremmo mai riusciti a mangiarli tutti.

Ridicolmente è stato questo ciò che più ha fatto da separazione rispetto agli altri Natali.

Solo tu ci coccolavi così.

…di Natale ed auguri

Ieri sera, mentre con la fr@ stavamo preparando il tavolino per Babbo Natale, lei mi racconta che un suo compagno di scuola le ha detto, con tono abbastanza saputello, ma i tuoi genitori non ti hanno ancora detto niente? Guarda che non esiste Babbo Natale. Lei da femmina pienamente ferma nei suoi pensieri non ha vacillato e gli ha risposto che se lui non ci credeva erano affari suoi, che lei ci credeva ed aveva le prove. Aveva sentito lo scampanellio della slitta.

Io l’ho guardata per vedere se arrivasse la fatidica domanda di conferma e no anche per quest’anno nessun dubbio, in un certo senso sono contenta, scoprirlo alla vigilia non sarebbe stato tanto bello, meglio un po’prima da avere il tempo di metabolizzare.

Perciò l’attesa c’è stata, il rito di preparazione attuato ed adesso aspettiamo che si svegli.

Sarà un Natale un pochino triste per via della mancanza di un altro nonno, ormai al tavolo siamo tutti comodi, nessun lato da piazzare con un bambina ed un adulto per recuperare spazio.

Sarà però un Natale sereno, l’allegria del giorno ci sarà grazie a Fr@ ed anche ad Estraneo che parte avviato verso una nuova fase della sua vita neuronale.

Non è stato riconfermato al lavoro, ma lui molto razionale forse si sarebbe stupito del contrario, si fanno passare le feste e poi si si vedrà.

Auguri a voi tutti, Buon Natale.