…di crescita

Sei cresciuto piccolo prince

Il tuo primo mese e mezzo di lavoro sta per terminare, non sappiamo se continuerai, ma possiamo dire che siamo veramente tanto orgogliosi di te

La voglia di lavorare non si può insegnare, c’è oppure no.

Ti abbiamo visto serio, coinvolto, credere nella tua mansione e svolgerla bene rispettando le ferree regole di sicurezza.

Altre vicende umane ti hanno coinvolto, sempre questo tuo sport che ami tanto, ma che non trabocca di persone oneste e di parola.

Ti sei difeso bene ed alla fine hai rifiutato un contentino per non andare contro ad un tuo principio.

Se non c’è divertimento inutile continuare.

Sei stato maturo nella tua scelta e ci hai fatto ridere quando uscendo per il colloquio hai detto vado a fare il xxx dove queste x sono il mio cognome.

Ahahah tu e tuo padre a ridere… Ed io fintamente innocente non capisco cosa vogliate insinuare.

Sei tornato a testa alta, con una nuova esperienza di vita e di raffronto con le varie umanità, senza nessun dubbio.

Fiero di aver fatto la scelta giusta.

Annunci

…di piccole felicità

La meravigliosità dei colloqui della scuola primaria non finirà mai di stupirmi.

Amo incondizionatamente questi incontri in cui ti ricoprono di complimenti.

La bambina ha un mondo meraviglioso dentro di sé, deve essere più coraggiosa e renderci partecipi dei suoi pensieri.

Chiedetemi se sono felice.

…di ritorno

Dopo la creazione del CV sono arrivate in questa casa settimane piuttosto intense.

Una delle auto d’annata finita dal carrozziere con millemila danni, per fortuna i ragazzi ne sono usciti illesi, ma ancora una volta il sistema assicurazioni ti prende per i fondelli perché noi che abbiamo subito il danno in una modalità anche piuttosto grave a causa della pressapochismo della controparte alla fine siamo quelli che rischiano di essere tamponati nel posteriore anche metaforicamente.

Uno dei nonni ha subito una battuta d’arresto fisica piuttosto importante ed a malincuore la soluzione dopo il ricovero ospedaliero è stata la casa di riposo.

Insomma si corre avanti ed indietro per le strade tra salute e lavoro, correlando queste corse con la nostra frase preferita: meno male che abbiamo il GPL.

La nota positiva è arrivata sul fronte lavoro, il giovine barbuto ha ricevuto la chiamata dal boss delle spedizioni mondiali.

Ha partecipato al corso di formazione e visite mediche ed adesso siamo in attesa dell’inizio.

Nel frattempo la piccola attende trepidante halloween, il costume da infermiera insanguinata è pronto per essere indossato insieme ad una siringa aspira cervello per convincere le persone ad avere tanti dolcetti.

…di auguri

Auguri alla mia mamma, sono 83.

È invecchiata tanto, da quando è mancato papà ha avuto un repentino cedimento, la memoria breve è sempre più breve, ormai se dobbiamo andare via insieme le devo scrivere il biglietto. Quando incontra le persone tende a raccontare gli stessi episodi della sua vita.

È ancora autonoma nella gestione della casa e di sè stessa, ma abbiamo sempre il timore che qualcuno possa ancora introfularsi in casa. Lei dice sempre che non apre a nessuno, ma poi si vengono a scoprire che è entrato quello che ti vuol vendere il rilevatore di gas oppure che si è avvicinata al cancello per fare l’offerta a chi passa a suonare per le case a vendere la qualsiasi.

Speriamo sempre che nessuno le faccia del male.

Auguri mamma, ancora saldamente in viaggio per il paese con la tua bicicletta, tu continua con le tue abitudini e noi ci adatteremo a te.