… di macinare

Tu macini giornate, decisioni, cose da fare, cose da dire, ricordi impegni di tutta la famiglia.

In questo periodo di acciacco fisico fai diventare giallo il calendario a forza di post-it con i tuoi impegni e quelli degli altri.

Com’è che tu ricordi di chiedere a tutti come va’ ed a te se non aggiorni personalmente non te lo chiede nessuno?

Che palle!

Brutto difetto la memoria e l’empatia verso gli altri.

… di insonnie

Ultimamente non dormo benissimo, di solito andavo a letto tardi, anzi tardissimo appunto per poter fare una tirata unica sino al suono della sveglia.

Quando mi sveglio per almeno un’ora non c’è verso di riprendere il sonno.

A nulla vale rimanere in posizione da dormiente, ogni tanto leggo a volte guardo il cell, poi mi alzo faccio un giro e ritorno ed aspetto di nuovo il sonno.

Sono ore buche di notti lunghe.

Mi ha sempre infastidita svegliarmi dal sonno, che i nuovi anta siano precursori anche di questo fastidio oltre a quelli articolari?

Come si cambia, il tempo scorre e se pur impercettibile i cambiamenti arrivano senza poter far nulla.

Ciao mamma

Passo su queste pagine dopo moltissimo tempo per imprimere una tacca di vita.

La mia mamma è mancata ieri sera, il suo tempo era arrivato e lei che spesso diceva di voler andare nella casa dopo la ferrovia era stanca.

Una strana serenità mi ha avvolta, la certezza di aver fatto quello che potevo, di esserci amate in un modo a volte incompreso, ma di averci fatto pace.

Ciao mamma e non iniziare subito a rompere le balle al papà.

… di fine anno

Quando è iniziato chi l’avrebbe detto che sarebbe finito così?

In generale non ci possiamo lamentare, nessuno della famiglia si è ammalato.

Il lavoro c’è ancora.

Le vacanze estive, in sicurezza, le abbiamo fatte. Queste invernali invece siamo qui a casa tranquilli. Niente neve, niente sci, niente corse veloci nei bagni per la doccia.

Glitter Girl e la sua classe sono finite due volte in isolamento fiduciario, ma a parte il tamponato positivo sono stati tutti bene e onestamente ammetto che la DID ha funzionato bene.

Young Adult ha firmato il contratto di lavoro indeterminato ed ha acquistato l’auto nuova. Non è solo uno sfizio, con l’infinità di km che macina ogni giorno era necessaria un’auto con tutte le ultime diavolerie elettroniche per viaggiare in sicurezza.

Io ho scoperto che R. P. G fisioterapica è una tortura mentre la fai, ma poi ti senti in paradiso e sei persino più alta talmente ti raddrizza la schiena.

GG ha scoperto gli anime ed è tutta una richiesta di manga e abiti cosplay. Quello che amo di lei è che come sempre è un po’ fuori dal coro.

Buon anno?

Sperem!

… di DID

Abbiamo provato l’ebrezza della nuova DID, ovvero la vecchia DAD con nuovo nome.
La classe di GlitterGirl è andata in quarantena fiduciaria.
Ammetto onestamente che il sistema ha funzionato, solo in tre occasioni il collegamento previsto è saltato.
Sono state delle vere lezioni e ben svolte.
Abbiamo imparato i termini sincrono ed asincrono.
I compiti venivano svolti ed inviati agli insegnanti.
Finiti i giorni previsti c’era la possibilità di effettuare su base volontaria il test pungidito a scuola.
Molti hanno aderito per fugare l’eventuale dubbio.
La vera materia che ha imparato GG è l’uso del PC, è diventata molto brava a gestire la piattaforma scolastica ed anche ad usare whatsapp web come scorciatoia per caricare alcune foto dei compiti.
Speriamo di arrivare a Natale in presenza scolastica, visto che le uscite sono sconsigliate almeno lo stare in classe è un piacevole momento di socialità.