…di mode

Il risvoltino nei pantaloni dei ragazzi é ancora attuale, sia nelle versioni soft che in quelle estreme con l’avviamento del jeans fino a metà polpaccio.

Si pensava che questo fosse il massimo che una mente perversa potesse partorire ed invece no.

Sono arrivati i calzini in spugna.

Nemmeno arrotolati, no ben stesi per la loro altezza.

Potete solo immaginare le facce di noi genitori a vederci invadere casa con calze che si rifiutavano di mettere persino da bambini.

Roba che anni fa se uno le indossava era il nerd o lo sfigato di turno additato come un paria, adesso esattamente il contrario.

Benvenuti nel gregge delle calze di spugna.

Annunci

…di colpi di fortuna

Ieri giro shopping per Estraneo, nell’ultimo anno ha sviluppato una passione per un certo negozio cool tra i ragazzi di zona, ma a prezzi modici, servivano anche scarpe nuove prese scontate nel negozio preferito.
Nel mentre Agrimonia e la Fr@ decidono che i maschi si faranno avvoltolare dai commessi che insieme alle scarpe di solito cercano di affibbiare solette,prodotti per la pulizia e calzini e loro femmine si gusteranno un buon gelato.
Agrimonia tiene salda la manina della Fr@ e mentre sale lo scalino della gelateria il suo piede si appoggia vicino a della carta a terra.
Non è carta, sono due banconote da 5€.
Ok, cinque secondi di pausa per farvi esclamare ciò che ho pensato anch’io.
L’universo che mi regala i gelati.
Eccomi pronta, due coni per noi e dopo il giro abiti di Estraneo torniamo nella stessa gelateria, che il gelato è davvero buono e poi il biscotto lo mettono sotto una colata di cioccolata che scende da un “rubinetto” e con quello cospargono il gelato ed il biscotto ne rimane per metà ricoperto.
Due coni anche per i maschi.

Grazie universo per i gelati, se la prossima volta vorrai farmi trovare altra #carta cercherò di investirla in modo fruttuoso.

…di concerti

La serata ggiovane  è arrivata ed è stata un successo.

Cena in noto ristorante a gustare l’orecchia d’elefante  salutati i ragazzi (Estraneo&Estraneo2) ci siamo fatti un giro tra i millemila gazebo della festa e poi ci siamo posizionati in zona strategica da cui vedere il palco e nello tempo avere aria intorno che anche la Fr@ era con noi pronta a divertirsi ed a scandire il tempo con il braccio alzato specie in Come i vampiri

Sapete che vi dico? Seppur fuori target a noi è piaciuto tanto, Marito era il più scettico , ma alla fine era divertito e più di una canzone  gli hanno strappato un bella questa! Emis è stato divertente e coinvolgente ha fatto cantare la piazza dall’inizio alla fine.

Quasi due ore di concerto, un palco essenziale con alle spalle uno schermo su cui venivano proiettati video e giochi di luce.

Finito il concerto mentre torniamo verso il parcheggio con la Fr@ crollata da poco nel passeggino cantiamo spensierati e festeggiamo  il battesimo de lEstraneo ai concerti in piazza.

Il ritorno è stato un po’ lungo, l’orologio segnava le due del mattino, stamani il Marito andava al lavoro ed io mi alzavo per solidarietà.

 

Orecchia d'elefante
Orecchia d’elefante

La forchetta l’ho messa per rendere bene l’idea delle dimensioni a chi non conosce questa delizia.

La serata ha avuto anche un altro risvolto piacevole, abbracci e baci e compagnia durante il concerto di un’amica blogger, grazie Lara sono stata davvero contenta di conoscerti.

…di sogni rivelatori

Prendete Marito.

Lui, capricorno in fase di anarchia.

Lui, i suoi cassetti una volta perfettamente in ordine, seppur pieni con ancora spazio per infilarci cose.

Lui, adesso con cassetti da cui spuntano fogli messi alla rinfusa.

Lui che una sera decide di cancellare la pw del wii-fi nel cellulare con i tasti a mandorla.

Lui, che però non trova più il foglietto con la suddetta pw.

E furono madonne silenziose che scesero sul cassetto e il suo interno confuso sparso sul letto.

Lui, che basta vado a dormire e la sottoscritta sente che nell’ultimo secondo prima che Morfeo arrivi il saluto al sonno è un porc…

La mattina seguente, invece, un arruffato Marito compare in cucina sorridendo, ma non per la tazza di the che lo attende fumante.

Ho sognato che il foglietto era scivolato all’interno del comodino dietro ai cassetti….vuoi ridere?  Era lì davvero!

Marito, ma sognare i numeri del super enalotto ti pareva brutto?

Lui, sornione con occhiolino: Chi lo sa, magari il prossimo 😉

…di nuovi trip

Marito in cinque giorni ha lavorato di flessibile sui muri ed ha aggiunto nuove prese elettriche, ha cementato i nuovi fili, stuccato il muro, tolto la striscia adesiva (ma sti ‘azz di delfini!), tinteggiato di corda e di tortora.

Insomma è stato davvero bravissimo.

Ultimamente sono in  preda ad una certa irrequietezza per quanto riguarda la casa, oggi ho ribaltato il salotto e sono riuscita a togliere alcuni oggetti che sostavano polverosi da tempo immemore, io fatico sempre a togliere o/e buttare (sono cancro ascendente cancro non è colpa mia), lavato e stirato le tende, passata la cera sui mobili, con l’aiuto di Fr@ abbiamo sistemato i giochi ed eliminati alcuni da “piccola”.

Tutto questo sotto lo sguardo benevole, sorridente e di gran gusto di Jonathan.

TalentMaster_Jonathan-Scott-2012-62922-5046_s3x4_al

ah! mamma mia cosa darei per farmi ristrutturare da te…..la casa 😉