…di film

Ehi ciao pettorali di Superman uomo d’acciaio…

Con la barba estremamente figo, senza un po’meno, ma il fisico merita.

Annunci

…di 20

I tuoi, mio caro Estraneo.

Senti il fiato sul collo del tempo che vuol iniziare a farti sentire meno ragazzo, ma più giovane uomo.

Siamo ancora in fase di transito nel tunnel della stronzaggine adolescenziale, incontriamo ancora momenti tortuosi in cui vorrei darti un calcio nel culo e buttarti fuori casa ed altri in cui placidamente si chiacchera di tutto e con assennatezza, in quei momenti penso ancora ad uno scambio di persona da parte di qualche entità aliena.

Comunque…

Auguri (ancora un po’) Estraneo.

…di niglio

Niglio ieri é stato portato dal veterinario esperto in esotici per la sterilizzazione.

Ha espresso tutto il suo disappunto alla vista dei trasportino battendo stizzito la sua zampa posteriore.

Arrivati in studio lo abbiamo affidato al veterinario con anche le sue verdure, fieno e pellet, perché i nigli non devono rimanere mai a digiuno per troppo tempo.

Il tempo a casa in attesa della chiamata é stato abbastanza lungo e soprattutto mancava lui con il suo zompettare in mezzo ai piedi ed immancabilmente sdraiato nei posti dove devi passare.

Siamo andati a riprenderlo ed era molto offeso. Arrivati a casa é andato a mettersi nel suo angolino dietro la tenda e come risposta alle coccole si é girato ed allungato mostrandomi il suo ponpon.

Nemmeno la vicinanza del pellet di cui al solo sentire il rumore della busta corre anche se fosse dall’altra parte della casa.

Eravamo tutti mogi e preoccupati se non avesse ripreso a mangiare e bere oggi sarebbe dovuto tornare dai veterinario.

Il consulto con una ragazza del gruppo nigli ha sbloccato la situazione, gli ho dato delle foglie secche e l’appetito piano piano é tornato.

Stamani ha accolto il nostro risveglio come sempre facendo il suo verso e cercandoci per darci i bacini.

Mannaggia a te piccola palla di pelo… Ci hai proprio rubato il cuore.

…di scelte.

Il mondo dello sport ha sostanzialmente tre tipi di genitori che seguono le imprese dei figli.

I normali, quelli che accompagnano, riprendono, salutano e si fanno i cavoli loro.

I ruffiani o lecca lato b, che sorridono a tutti, mettono sempre la testa nell’area allenamento, diventano amici degli allenatori, se c’è da fare qualcosa sono in prima fila.

I rompiballe, quali a cui non va mai bene niente, gli orari, la palestra, i materiali, i colori, il genere umano in toto.

Poi ci siamo noi.

Dopo anni di calcio abbiamo sviluppato l’intuito di capire chi abbiamo davanti, sentiamo puzza di leccaculo da lontano.

Noi facevano parte dei normali, poi una questione della scorsa primavera ci ha fatto incazzare a livelli molto alti.

Abbiamo passato l’estate a pensare al da farsi, sono maturate nel tempo diverse versioni sino al raggiungimento della decisione che noi non siamo capaci di leccare il culo.

Perciò rompiamo i coglioni.

Rompere però in modo intelligente, esponendo dei fatti e lanciare la responsabilità di ciò che avverrà nelle prossime settimane nelle mani di chi ha interesse ad avere le quote associative.

Dopo aver parlato ed essermi svuotata le scarpe dai sassi, risalendo in auto con la radio accesa la prima notizia era l’arrivo di un nuovo uragano mio omonimo.

Ho riso.

Sì ero proprio arrivata e la soddisfazione é stata tanta.

…di vacanze

Le ferie sono iniziate.

Già dalla scorsa settimana, con un abbuono di tre giorni sulla prevista ultima e piena settimana lavorativa, la pausa estiva tanto sospirata é iniziata.

Si é tutti insieme nella nostra amata valle. A volte in pace a volte irosi, perché l’intravvedere la luce in fondo al tunnel non vuol certo dire che non ci siano più scontri (anche se in effetti uno lo spererebbe).

Il sole ed il caldo ci stanno regalando belle giornate di camminate escursionistiche.

Sto cercando di mantenere un buon ritmo e fisicamente ne sento i benefici.

Tutto allenamento che mi sarà utile per il ritorno in palestra.

Settembre sarà #adessoomaipiú