… di scuole e virus

Nella piccola cittadina immersa nelle risaie è tornato qualche caso di covid.

Anche nelle scuole.

Alcuni “tamponati” sono poi risultati negativi.

Si spera che i ragazzi non prendano il covid, ma l’influenza o il raffreddore lo prenderanno sicuramente visto che le finestre vengono regolarmente spalancate per cambiare aria.

… Con dentro i ragazzi che devono indossare il giubbotto.

#tachipirinadocet

…di orari

La scuola è iniziata.

Forse.

La prima settimana due ore al giorno, la seconda è iniziata nello stesso modo

Non è cambiato nulla, le solite problematiche, le solite mancanze di professori, ma non doveva essere un inizio anno subito pronti e via, visto lo stop forzato dei mesi precedenti?

Mancano ancora dei libri.

Settembre inizia a settembre non ad ottobre o novembre (cit.)

Si chiede tanta collaborazione alle famiglie, noi chiediamo solo che la scuola possa iniziare seriamente e senza il balletto di assenze di ogni anno.

Tutti gli anni sempre la solita solfa, ma non siete stanchi di prenderci in giro?

Voi pretendete che le famiglie e soprattutto gli studenti abbiano rispetto dell’istituzione scolastica, ma capita che non ci sia lo stesso impegno, nonostante il patto che ogni anno ci fate firmare.

Nel frattempo ho stampato un foglio calendario da aggiungere al normale almanacco che viene appeso in cucina, gli orari di GG (glitter girl) fra scuola e sport erano troppi per la piccola casella, c’è stata la necessità di stamparne uno personale.

Attendiamo l’orario definitivo.

…di primi giorni

Il primo giorno di scuola è stato immortalato in un mini servizio fotografico.

Il primo giorno di scuola media è iniziato, tutte le ragazze fashion, capelli lunghi sciolti, qualche smalto sulle unghie, la mascherina.

Una nuova avventura è iniziata, sarà un primo giorno di scuola che ricorderemo e che tu glitter girl ricorderai, il primo dopo la pausa lockdown.

Io e tuo papà siamo già pronti ad impattare con i prossimi cambiamenti con lo sguardo sornione di tuo fratello che ricorda il suo di periodo e se la ride di noi perchè prevede gli sviluppi futuri.

Buona scuola tesoro, fai del tuo meglio.

… di saggezza in pillole

Succede che glitter girl sia da un mese e mezzo in vacanza, ho richiesto congedo parentale covid e ci siamo godute il nostro posto del cuore.

In mezzo ai monti la Glitter girl coltiva le sue amicizie ed allunga di un’ulteriore quarto d’ora il coprifuoco serale.

Lei è la piccola del gruppo e fa sorridere come al nome degli amici segua 08-07-06 ovvero l’anno di nascita.

Il top si è raggiunto un pomeriggio in cui sono stata invasa dal gruppone, si sono accomodati, ascoltato musica e le femmine si acconciavano i capelli, mentre i maschi facevano i maschi.

Una vocina cristallina ad un certo punto ha esclamato: Diglielo che è bella, non devi mica vergognarti. Se per te è bella glielo devi dire, ad una ragazza piace sentirselo dire.

Ah ok… Ha ancora dieci anni sì?

… di DAD finita!

Andiamo in pace!

Stacchiamoci dal c@x… Dal tram a cui eravamo attaccate da marzo.

Zero sforzi, zero video lezioni, tre compitini ogni mattina, storia dell’arte con scheda da leggere e disegno da copiare, trentaquattro pagine di pdf per ripasso grammaticale.

Geometria con compasso, mai usato prima e tanti ci sono i coglioni dei genitori che tra un lavoro e l’altro cercano di spiegare.

Le prime settimane la caccia ai compiti, sul registro, in bacheca, in condivisione docenti, link YouTube, padlet, non erano mai nello stesso posto.

Si apre, non si apre.

Restituiamo? No quello no

Non restituiamo, ma ce la fate? Era da restituire.

Come saluto finale tre righe colorate con qualche gif scintillante.

Ma andate a cagare….