…di secondo voi

Siamo ancora immersi nel ripasso inglese.

Sino adesso avevo adottato la tecnica di chiedere le parole in italiano e Fr@ me la ripeteva in inglese a voce e poi la scriveva.

In questo giro di ripasso gliele chiedo in inglese, Fr@ la traduce in italiano e la riscrive in inglese.

Secondo voi quale tecnica é più giusta?

Si accettano anche eventuali suggerimenti.

Annunci

…di ” arrivò il buon senso”

Saranno queste imminenti primarie nell’aria a smuovere le biro impolverate del ministero?

In questa settimana di pioggia scrosciante che ha portato novità e situazioni da commedia grottesca ecco un piccolo lumicino nel buio della burocrazia.

Il ministero ha delegato ai singoli istituti (con una formula che definirei “secondo coscienza”) di decidere in proprio le modalità delle ore da gestire per i ripetenti come Estraneo.

L’istituto ha così deliberato di suddividere le 400 ore in tre (il triennio) e scalarle  dal monte ore totale.

400:3 = 134 singolo anno (arrotondato)

400- 134= 266 ore rimanenti da svolgere di alternanza scuola lavoro.

Questa era la cosa più ovvia e ragionevole, esattamente quella che mi era venuta subito in mente nell’apprendere la novità di questa quarta bis, a me che ho un diploma di scuola preofessionale e non lavoro in un ministero.

La scuola è iniziata a settembre.

Siamo a Maggio (quasi).

…con calma.

Grazie Renzi per questi mesi di nulla, di nervosi, di gente che non ne sapeva niente e di vuoto legislativo.

… di virus bis

Passeremo dal “non se ne ha memoria” al “te lo ricordi il virus inverno 2016″?

Estraneo ha pensato di raddoppiare,dopo la quarta bis, anche virus bis.

Sono due giorni che bivacca quasi tutto il giorno in bagno, spedito dalla dottoressa la diagnosi è stata che la sua pancia é tutto un fermento, così è tornato a casa con dei fermenti lattici super fighi (gentilmente offerti dalla dott.sa) e bustine reidratanti ovviamente unito al riposo.

Con una materia in bilico da recuperare questo stop non ci voleva perché il prof ” aspetta solo che si faccia avanti”

La soluzione sarebbe stata spedirlo a scuola con una scatola di dissenten nella tasca del giubbotto, ma è pur vero che sta male davvero e perciò faremo leva sulla nostra magnanimità suggerendo nemmeno troppo velatamente che la prima cosa che dovrà fare il nove gennaio sarà presentarsi al cospetto di tal professore.

…di scuola con annessi e connessi

Estraneo deve presentare i fogli relativi al volontariato e alternanza scuola lavoro.

Io non so se siamo “noi” fortunati che siamo lasciati un po’ a noi stessi dall’istituto o se come ha detto Marito (dopo una serata passata a capire come funzionava il monte ore e dove e come svolgerle)  è la classica cosa fatta all’italiana.

Fatta la legge, ve la interpretate e ve l’arrangiate come volete unite a varie scorciatoie.

Fatto sta che essendo la nostra cittadina insignita di targa presidenziale come città del volontariato dovremmo avere una buona scelta.

Al momento i papabili sono corso CRI (lui dice che a veder sboccare i suoi amici non sta male, perciò ce la potrebbe anche fare) e andare a fare pulizia in un parco verde, riserva naturale in mezzo alla campagna.

Perchè due braccia rubate all’agricoltura ogni tanto è giusto restituirle.

…di cronache della Fr@

In tutto il marasma di giugno che comprendeva la bocciatura di Estraneo a scuola (dolore, delusione, amarezza, stanchezza)  e all’opposto la promozione nell’esame patente (gioia, stima, orgoglio, sollievo)

La digestione di alcuni lavori condominiali da effettuare e relativo costo (salasso).

Il caldo afoso che toglie aria (invivibilità, fuggire sui monti).

I chili che non se ne vogliono andare  e Marito che dice un momentaneo addio alla carne.

In tutto questo frangente la Fr@ è stata un po’ abbandonata, ma solo nei racconti bloggheschi.

Lei è il mio piccolo centro del mondo, il sorriso che di mattina ti scalda come una tazza di tea, la piccola principessa di questa casa che prima di uscire sceglie i vestiti, si osserva allo specchio, passa un gloss rosa sulle labbra e dice: Adesso possiamo andare.

La Fr@ ha avuto una buona pagella e complimenti dalle maestre per come è cresciuta durante l’anno.

Sta imparando a leggere sempre più spigliata ed è curiosa di capire e conoscere le parole.

Timidina all’inizio e molto legata alle amiche della materna, dopo le vacanze natalizie ha avuto una svolta diventando sempre più sicura e più coraggiosa nell’alzare la mano.

L’aggettivo con cui la descrivono più spesso è determinata.

Sì lo è davvero, quando le piace una cosa non la ferma più nessuno e la porta a termine senza timidezza, nello stesso tempo a volte la vedi abbassare il visino e guardarti con gli occhi all’insù e sentire la sua manina che cerca appoggio.

La Fr@ è ironica, capisce subito gli scherzi e cerca di rimanere sulla battuta.

A differenza di come vedevo Estraneo alla stessa età (un piccolo genio) gioisco di come è lei adesso, con ben presente di come l’evoluzione ( o involuzione) desiderata e sperata possa non corrispondere alla realtà.

La Fr@ (per me) in questo momento è bravissima, bellissima, simpaticissima ed è una piccola me felice di essere nel mondo e di questo ne godo in ogni sua sfaccettatura senza pormi troppe domande sul futuro che verrà.