… di : va tutto bene

Quando ci sono dei momenti in cui ti sembra che le discussioni siano poche…

Quando guardi di sguiscio il registro elettronico e lo vedi verde…

Quando non vedi calzini abbandonati vicino al letto…

Pensi di essere stata spostata in una realtà parallela.

Perciò potete immaginare il sollievo quando appaiono due punti rossi sul registro, quando il tuo naso segugio sente e scopre i calzini incastrati in fondo al letto ed ovviamente in seguito a questa scoperta parte anche una discussione sui doveri, sì lo so che é fiato sprecato, lui ha ben presente solo i suoi diritti, ma lo faccio per poter essere onesta con una sua futura compagna.

Se un giorno arriverà lei che si lamenterà, io potrò dirle con la massima onestà che ho fatto tutto ciò che era in mio potere, ho fatto il possibile, ma il risultato non c’è stato.

L’ultimo pensiero va’ alla scuola. Questo enorme peso che soffoca lui e noi.

In questi giorni doveva preparare la relazione sull’esperienza di scuola-lavoro, da consegnare dopo tre giorni dall’inizio scrittura (e non crederò mai, nemmeno mi dovessero togliere Netflix che lui ha saputo solo adesso quando doveva consegnarla, ha semplicemente rimandato all’ultimo momento).

Ho letto per caso le ultime sei righe, poi ho suggerito a marito di dare un’occhiata e di fare ciò che credeva giusto.

L’ha fatto.

Si é messo una mano sul cuore ed una sulla coscienza di padre e l’ha aiutato (sì in quinta ancora a fare una relazione con papà a fianco) ad usare Office e a rendere la relazione leggibile visto che dovrà essere presentata anche all’esame di maturità.

Non era cosa c’era scritto, ma come.

Fate una prova: scrivete una frase e traducetela con traslate, non importa quale lingua, poi ritraducete in italiano, ecco l’effetto si avvicina a ciò che ho letto sul PC.

Ormai dopo tutti questi lunghi anni mi stupisco quando le cose sono normali, ripenso con tenerezza a quella mamma ingenua che comprava libretti educativi e giochi intelligenti, che usciva tronfia di orgoglio dai colloqui della scuola primaria, allora lei non lo sapeva che poteva anche risparmiarseli quei soldi, non sapeva quanto potessero puzzare dei calzini abbandonati e nascosti in camera.

Annunci

…di scuola

Estraneo affronta l’ultimo anno, si spera, delle superiori.

Il bonus bocciatura l’abbiamo già usato e spererei di non vincerne altri.

La Fr@ oggi inizia il suo terzo primo giorno di scuola.

Non vede ora di studiare la preistoria.

Io mi auguro solo che non si dimentichi un’altra volta le tabelline.

Buona scuola a tutti, da entrambi i lati della cattedra.

…di secondo voi

Siamo ancora immersi nel ripasso inglese.

Sino adesso avevo adottato la tecnica di chiedere le parole in italiano e Fr@ me la ripeteva in inglese a voce e poi la scriveva.

In questo giro di ripasso gliele chiedo in inglese, Fr@ la traduce in italiano e la riscrive in inglese.

Secondo voi quale tecnica é più giusta?

Si accettano anche eventuali suggerimenti.

…di ” arrivò il buon senso”

Saranno queste imminenti primarie nell’aria a smuovere le biro impolverate del ministero?

In questa settimana di pioggia scrosciante che ha portato novità e situazioni da commedia grottesca ecco un piccolo lumicino nel buio della burocrazia.

Il ministero ha delegato ai singoli istituti (con una formula che definirei “secondo coscienza”) di decidere in proprio le modalità delle ore da gestire per i ripetenti come Estraneo.

L’istituto ha così deliberato di suddividere le 400 ore in tre (il triennio) e scalarle  dal monte ore totale.

400:3 = 134 singolo anno (arrotondato)

400- 134= 266 ore rimanenti da svolgere di alternanza scuola lavoro.

Questa era la cosa più ovvia e ragionevole, esattamente quella che mi era venuta subito in mente nell’apprendere la novità di questa quarta bis, a me che ho un diploma di scuola preofessionale e non lavoro in un ministero.

La scuola è iniziata a settembre.

Siamo a Maggio (quasi).

…con calma.

Grazie Renzi per questi mesi di nulla, di nervosi, di gente che non ne sapeva niente e di vuoto legislativo.

… di virus bis

Passeremo dal “non se ne ha memoria” al “te lo ricordi il virus inverno 2016″?

Estraneo ha pensato di raddoppiare,dopo la quarta bis, anche virus bis.

Sono due giorni che bivacca quasi tutto il giorno in bagno, spedito dalla dottoressa la diagnosi è stata che la sua pancia é tutto un fermento, così è tornato a casa con dei fermenti lattici super fighi (gentilmente offerti dalla dott.sa) e bustine reidratanti ovviamente unito al riposo.

Con una materia in bilico da recuperare questo stop non ci voleva perché il prof ” aspetta solo che si faccia avanti”

La soluzione sarebbe stata spedirlo a scuola con una scatola di dissenten nella tasca del giubbotto, ma è pur vero che sta male davvero e perciò faremo leva sulla nostra magnanimità suggerendo nemmeno troppo velatamente che la prima cosa che dovrà fare il nove gennaio sarà presentarsi al cospetto di tal professore.