Ciao mamma

Passo su queste pagine dopo moltissimo tempo per imprimere una tacca di vita.

La mia mamma è mancata ieri sera, il suo tempo era arrivato e lei che spesso diceva di voler andare nella casa dopo la ferrovia era stanca.

Una strana serenità mi ha avvolta, la certezza di aver fatto quello che potevo, di esserci amate in un modo a volte incompreso, ma di averci fatto pace.

Ciao mamma e non iniziare subito a rompere le balle al papà.

… di fine anno

Quando è iniziato chi l’avrebbe detto che sarebbe finito così?

In generale non ci possiamo lamentare, nessuno della famiglia si è ammalato.

Il lavoro c’è ancora.

Le vacanze estive, in sicurezza, le abbiamo fatte. Queste invernali invece siamo qui a casa tranquilli. Niente neve, niente sci, niente corse veloci nei bagni per la doccia.

Glitter Girl e la sua classe sono finite due volte in isolamento fiduciario, ma a parte il tamponato positivo sono stati tutti bene e onestamente ammetto che la DID ha funzionato bene.

Young Adult ha firmato il contratto di lavoro indeterminato ed ha acquistato l’auto nuova. Non è solo uno sfizio, con l’infinità di km che macina ogni giorno era necessaria un’auto con tutte le ultime diavolerie elettroniche per viaggiare in sicurezza.

Io ho scoperto che R. P. G fisioterapica è una tortura mentre la fai, ma poi ti senti in paradiso e sei persino più alta talmente ti raddrizza la schiena.

GG ha scoperto gli anime ed è tutta una richiesta di manga e abiti cosplay. Quello che amo di lei è che come sempre è un po’ fuori dal coro.

Buon anno?

Sperem!

… di paradossi

Sto vivendo un paradosso.

Glitter girl questa settimana ha glitterato, l’attenzione a scuola ha avuto uno sbandamento.

Il guardiano ed ascoltatore di oggi pomeriggio è stato il giovine adulto ex estraneo.

Il quale ha perculato la sottoscritta alla fine di uno scambio di messaggi sull’attività scolastica casalinga di GG con un “eh che sbatti avere figli”😅

Eh già ne sappiamo qualcosa giusto?

Tenero il suo tentativo di mettere in guardia GG, la mamma non la freghi, la furbata che pensi di fare, l’ho già fatta io e perciò ti sgamano subito.

… di ore

Sono passati ventotto giorni (scolastici) dall’inizio della scuola, hanno iniziato con il tempo normale delle sei ore e wow con tutto il corpo docente al completo.

La più stilosa, geografia.

La più dolce, italiano.

Il più simpatico, musica.

… E poi vedremo strada facendo

…di orari

La scuola è iniziata.

Forse.

La prima settimana due ore al giorno, la seconda è iniziata nello stesso modo

Non è cambiato nulla, le solite problematiche, le solite mancanze di professori, ma non doveva essere un inizio anno subito pronti e via, visto lo stop forzato dei mesi precedenti?

Mancano ancora dei libri.

Settembre inizia a settembre non ad ottobre o novembre (cit.)

Si chiede tanta collaborazione alle famiglie, noi chiediamo solo che la scuola possa iniziare seriamente e senza il balletto di assenze di ogni anno.

Tutti gli anni sempre la solita solfa, ma non siete stanchi di prenderci in giro?

Voi pretendete che le famiglie e soprattutto gli studenti abbiano rispetto dell’istituzione scolastica, ma capita che non ci sia lo stesso impegno, nonostante il patto che ogni anno ci fate firmare.

Nel frattempo ho stampato un foglio calendario da aggiungere al normale almanacco che viene appeso in cucina, gli orari di GG (glitter girl) fra scuola e sport erano troppi per la piccola casella, c’è stata la necessità di stamparne uno personale.

Attendiamo l’orario definitivo.