…di musica

Negli spazi ristretti della roulotte il cellulare di Estraneo spesso fa rimbalzare le pareti.

Nei giorni scorsi sento una musica famigliare e mi rivedo con le spalline, capelli cotonati e look anni ’80.

-Estraneo , ma c’è ancora in giro questa musica?

-Sì, sono quelli di sesso,droga e pastorizia.

Quello che non si può dire a questa generazione è che manchino di fantasia, perchè  un nome così mi fa ridere.

😉

…di musica

La Fr@ ed io ascoltiamo la stessa musica, anche se onestamente è lei che sta crescendo ascoltando la nostra di musica.

Radio Deejay e la playlist di Estraneo sono il suo sottofondo musicale quando è a casa.

Nei mesi scorsi è tornata dall’asilo canticchiando un brano a suo dire insegnatole da un suo compagno, succede che un giorno questo passa in radio e lei lo canta seguendo questa volta la giusta melodia ed abbandonando la versione molto personale e rieditata sua e del suo compagno.

“ah! Ma…Fr@ era questa la canzone che cantavi, non avevo capito!”

Lei molto semplicemente mi risponde “te l’avevo già detto!”

Giuro che nemmeno Malika Ayane avrebbe riconosciuto il suo brano.

🙂

Buon ascolto.

…di film

In questi giorni ho visto Amore, cucina e curry.

Bello, con una storia d’amore che sboccia tra i  sapori e i profumi dei piatti.

Commovente ed ironico nello stesso tempo, proprio il mio genere di film preferito, con una sempre brava Helen Mirren.

Importante anche il “motto” del film.

Il cibo è memoria.

Sono d’accordo, il cibo è veramente la nostra, la mia memoria, la mia infanzia è legata ad un piatto che mangiavo all’asilo o alla torta che mi preparava ( e ancora lo fa) la mia mamma, il ricordo di mia nonna che sgusciava  i piselli ed intanto mi raccontava le storie dei Santi, le strade di campagna sul motorino con il mio papà e fermarci a raccogliere le more e poi mangiarle con il vino rosso.

Il cibo come memoria della mia vita, il primo gelato con il ragazzo che mi piace o la prima pasta cucinata per colui che diventerà mio marito.

Io stessa lascio del cibo come impronta di me, come madre ai miei figli, anche se diversi e non tradizionali, le mug cake, i pancake, le focacce in padella, cibi esotici e nello stesso tempo anche tradizionali, le mie lasagne, come le fa mia madre e come le faceva sua madre.

Noi siamo ciò che mangiamo, ci prendiamo cura di chi amiamo attraverso il cibo oppure lo snobbiamo quando gli presentiamo in tavola una scatoletta di tonno.

Insomma guardatelo se volete, vi farà trascorrere del bel tempo in serenità e divertimento.

…di musica e altro

Meno di un mese alla fine dell’anno scolastico di Estraneo.

Un  mese e mezzo alla fine della materna de la Fr@.

Due mesi alle ferie lavorative, quest’anno corte, dopo il timore di chiudere la serranda c’è stata una ripresa, ovvio non è che siamo salvi, felici e sereni e prima o poi tutto questo finirà perché non c’è continuità con gli attuali proprietari, ma nel frattempo l’orario è tornato a tempo pieno.

Per adesso godiamoci il momento e ascoltiamo musica allegra e spensierata.

Meme: usarla come suoneria del cellulare.