…di piccole felicità

La meravigliosità dei colloqui della scuola primaria non finirà mai di stupirmi.

Amo incondizionatamente questi incontri in cui ti ricoprono di complimenti.

La bambina ha un mondo meraviglioso dentro di sé, deve essere più coraggiosa e renderci partecipi dei suoi pensieri.

Chiedetemi se sono felice.

Annunci

…di bugie

Quando da piccoli iniziamo a frequentare la Chiesa, il primo peccato da confessare sono le bugie.

Quando invece a dire una bugia grossa come una casa è il prete?

Lui la confesserà la sua bugia?

Al funerale di mio suocero il prete durante la sua omelia, tutto sommato abbastanza in linea con lo stile asciutto di un certo tipo di clero, ha voluto strafare.

Non si è fermato a dire che era un parrocchiano fedele, cosa verissima, no ha voluto aggiungere che anche domenica scorsa era in Chiesa come sempre.

Peccato solo che erano mesi che purtroppo non poteva recarsi a Messa e che domenica fosse allettato in casa di riposo e sfinito nelle forze.

Mi hanno detto di avermi vista cambiare colore, certo l’incazzatura che mi è salita la potete immaginare.

Poi si chiedono come mai la gente si allontana dalla Chiesa, per uno bravo e vicino alla gente ce ne sono almeno dieci che sono falsi ed interessati solo ad avere un ritorno personale.

…di lavoro

Il giovine barbuto si sta ben ambientando nel meccanismo lavorativo della grande A.

Gli piace, parte da casa con largo anticipo, se la domenica è lavorativa non esce.

Il sabato sera non l’aveva mai saltato nemmeno per il calcio.

Alcuni nel web scrivono che ti fanno il lavaggio del cervello

Il mio punto di vista è che c’è un ben preciso metodo di lavoro, questo dev’essere rispettato e svolto nel migliore dei modi.

Sono una spettatrice soddisfatta nel vedere che l’impegno serio è entrato subito in circolo in questo novello lavoratore.

… di lavoro

È ufficiale il giovane barbuto la prossima settimana inizierà a lavorare per la grande A.

Ci sono tanti pareri contrastanti, gente che ne parla come di un posto da sudore e sangue, altri invece che stanno benissimo.

Dall’alto dei miei trent’anni di lavoro sulle spalle, posso azzardare che la differenza di recezione del tipo di lavoro dipende dalla voglia di lavorare.

Vai caro e timbra il tuo cartellino…