…di intravvedere la luce

Quando Estraneo chiede qualcosa per pulire nello scomparto della scala contenitore dove ha trovato solette, un paio di scarpe e calzini abbandonati da chissà quanto tempo che fanno schifo (sue parole)…

Quando osserva che un suo amico la prossima volta deve aiutare di più in vacanza.

Quando é visibilmente scocciato che deve imporre per l’ennesima volta l’uso della cintura di sicurezza ai suoi passeggeri “ma porca miseria sarebbe la prima cosa che farei se salissi con un neo patentato”

Ecco.

Immaginatemi così…come suor Lucia a Fatima mentre é in adorazione della Madonna.

Oppure come un fantasma di ghost whisperer che risolto ciò che lo tratteneva sulla terra vede la luce per passare oltre.

Ovvio, oltre ancora non ci passiamo, ma la luce inizia ad intravvedersi.

Annunci
Contrassegnato da tag

6 pensieri riguardo “…di intravvedere la luce

    1. Nei momenti di disperazione più nera, quando mi dicevano poi passa, non ci credevo. Invece è proprio così, lentamente, ma passa e tu rimani spiazzata (o almeno io) dal fatto che da grugniti incomprensibili si passa a parlare in modo comprensibile.

    1. Vero! Specie sulle cose importanti come la guida dell’auto. É una responsabilità portare altre persone ed a quanto pare lui lo sta facendo bene.

I commenti sono chiusi.