…di compiti delle vacanze

Non tocco la questione della quantità ( che meriterebbe comunque un paio di frasi), ma solo che il ciclo dell’acqua ormai lo sappiamo a memoria. É dall’inizio di dicembre che lo studiamo, perché in programma l’interrogazione, non tutti lo sono stati (interrogati) e adesso ce lo siamo ritrovato da trascrivere sul quaderno con le nostre parole!

Bastaaaaa!

…di quest’anno.

Del vecchio ho già scritto abbastanza, sul nuovo non mi pronuncio.

I propositi che si fanno ad inzio anno non vengono quasi mai portati a termine, servono solo a dare una carica di positività per riprendere con entusiasmo il periodo lavorativo dopo la pausa festiva.

Lo scorso anno ha visto in Gennaio un preannuncio di morte.

Febbraio una lenta agonia.

Marzo la morte annunciata ed arrivata.

Questi tre mesi che devono passare mi stanno già mettendo addosso una coperta di malumore che non è nel mio carattere.

Passeranno anche questi mesi, come tutto il resto.