…di peccato!

Che peccato davvero.

Poteva essere una bella e quasi estate perfetta.

L’estate dei diciottanni.

La patente di guida conseguita brillantemente.

Una promozione seppur sul filo del rasoio.

Ah no, invece  sei stato bocciato.

Il perchè non hai nemmeno il coraggio di ammetterlo ad alta voce, trovi mezze parole e quarti di frasi in cui naturalmente tu sei una vittima.

Quando nei giorni scorsi ti abbiamo fatto notare che la classe del prossimo anno sarà di una decina di ragazzi e che perciò sarà molto più difficile dormire in classe ad occhi aperti, tu molto serio e convinto hai sostenuto la tesi che non era un male, anzi che in una classe di venti ragazzi la spiegazione era più dispersiva ed era facile distrarsi.

Tuo padre ed io ci siamo guardati rassegnati (come lo siamo da tempo) ed abbiamo concordato che allora la tua bocciatura era stata una botta di culo incredibile, grazie a questo ci diventerai mica un genio?

…non per niente in diritto hai 8.

Intanto impara ad ascoltare ed a guidare con giudizio.