…di 18 compleanni

… Quelli festeggiati da Estraneo.

Estraneo oggi compie 18 anni, stanotte a mezzanotte e due minuti l’abbracciavo forte, come ormai non siamo più abituati, e baciandolo gli dicevo : Sei diventato grande.

Se fa una cazzata é perseguibile penalmente.

Se vuole uscire da scuola può firmarsi la giustificazione.

Se vuole comprare le sigarette non ha bisogno di chiedere in giro o andare dal tabaccaio senza remore morali.

Se vogliamo lasciarlo solo a casa per andare in montagna non é abbandono di minore.

Estraneo caro, abbracciare il tuo corpo ossuto é stata una strana sensazione, da tempo ormai non c’è più il contatto fisico.

L’ultimo forse, a parte gli auguri di Natale, é stato qualche tentativo di darti un calcio in culo.

Non so questa cosa ti manchi, non me l’hai mai detto, mi ricordo di noi due nel parcheggio scuola, tu novenne che non volevi darmi la mano e non volevi baci, lo sai che non avrei mai smesso di coccolarti?

Non l’avrei fatto nemmeno dopo, quando questo periodo di buio é arrivato a renderci tutti più nervosi, stanchi e irritati dallo stare insieme nelle stesse stanze.

Mi sembra ancora più lontano il tempo in cui ti lasciavi coccolare e pensavo che questa sarebbe stata una cosa che non avresti dimenticato, invece a quanto pare hai solo rimproveri da farci, le piccole punizioni che ogni genitore di questo mondo metter in atto per cercare di svegliare una coscienza scolastica assopita.

A tratti torni simpatico, ti piacciono questi genitori curiosi del buon mangiare, perché i momenti in cui torna armonia é quando ti proponiamo ristoranti o piatti sfiziosi.

In questi anni ciò che mi fa sorridere di te é questa avversione per la pasta al pomodoro, compensata dall’amore per il sushi e tutto il resto di varietà gastronomica che stai conoscendo e che ti fa stupire di non averla mangiata prima.

Sai Estraneo, ci sono giorni in cui veramente ci stai talmente “antipatico” che davvero non vediamo ora che tu prenda quella porta e ciao.

É faticoso in questi anni volerti bene e non sempre l’ho fatto, ci sono stati giorni in cui ti ho odiato ( e sicuramente la cosa era reciproca), cercavo dei motivi per volerti bene e non li trovavo, l’unica cosa che ci teneva legati era la mia fatica nel metterti al mondo e non nego di essere arrivata stremata e stanca dei litigi a maledire anche quello di giorno.

E poi…

Poi ci sono quei giorni in cui rimaniamo stupiti di come invece sei generoso, simpatico e di buona compagnia, di come sei dolce con tua sorella e di come nei momenti critici con i tuoi amici sei maturo e sai prendere in mano la situazione e risolvere il problema. Sei stato tu due volte a chiamare il 118 e instaurare il dialogo con l’operatore sanitario per aiutare il tuo amico che si era fatto male. Sei stato bravo e noi siamo stati tanto orgogliosi di te.

Dopo tanto discutere e rancore ( ed ancora ce ne sarà) avere queste piccole isole felici ci servono per capire che forse non abbiamo sbagliato tutto, che sicuramente qualcuno dei nostri insegnamenti l’hai assimilato.

Tanti auguri mio caro Estraneo, il mondo dei grandi ti aspetta, cerca di fare del tuo meglio.

Ti voglio bene.

Annunci

Informazioni su agrimonia71

La mondina delle parole in cerca di una nuova pianura.
Questa voce è stata pubblicata in Compleanno. Contrassegna il permalink.

15 risposte a …di 18 compleanni

  1. Puffola Pigmea ha detto:

    Un post meraviglioso.
    Forse il migliore che io abbia mai letto. Dico sul serio.
    Mi irritano oltremisura quegli scritti sdolcinati che ad ogni compleanno dei figli tante mamme pubblicano su quanto li amano, su quanto è meravigliosa la vita con loro, su quanto siano stupendi meravigliosi extragalatticamente buoni e bravi.

    Diciamolo Agrimonia, i figli non sono sempre gioie rose e fiori.
    Spesso sono incazzatura, delusione, amarezza e rabbia.
    Forse molte di noi, noi mamme, hanno paura di ammettere questa verità – che pure conosciamo tutte – per timore di apparire poco amorevoli, poco materne. Ma tu no, e te lo dico: nemmeno io.

    E a me sembra molto più materno il tuo post di tutti quegli altri in cui si intravvede zucchero e pietose bugie ad ogni virgola.

    Ti abbraccio e tanti auguri all’ Estraneo.

  2. fuliggine ha detto:

    concordo su tutto con puffola.
    e tanti auguri all’estraneo, che magari un giorno tornerà prince.

  3. velvet ha detto:

    i figli s’ò piez e core…. nel bene e nel male , …in fondo ogni madre che si reputi tale …gli vuole talmente tanto bene che li creperebbe di mazzate !! 😀 per poi curarli con tannnnto AMMMOre
    Auguri Estraneo !!
    ps … complimenti …<3

  4. soleil ha detto:

    Voi non avete sbagliato. Ha la scimmia dell’adolescenza ancora addosso e sta cercando la sua via indipendente da voi. Una volta che sarà autonomo e felice di esserlo si vedrà soprattutto la bella persona che è. Un abbraccio tesora e auguri all’Estraneo😉

  5. Alle67 ha detto:

    Questo post è stupendo, questo post sei TU!!!
    La mia (come sai) è molto più tranquilla, in questo momento anche più del solito…ma gli esami si avvicinano e anche il grande passo…
    Un augurio strepitoso al tuo Estraneo, di cuore!!
    Ma anche a te!!
    Baci!!

  6. 'povna ha detto:

    Ho sempre visto nel tuo modo di gestire la madritudine un modello che mi piace molto. Questo tuo post lo conferma, auguri a Estraneo, allora, e anche a voi come genitori. Mi piace questo dare per scontato che se ne andrà, sono stata cresciuta così, il fatto di andarmene a 19 anni era dato per scontato, ed è stata una dei migliori insegnamenti educativi.
    Per il resto, concordo con la (rediviva) Soleil.

    • agrimonia71 ha detto:

      Grazie ‘povna e a me piace e mi ha dato molto conforto sentire il tuo parere positivo sul nostro operato di questi anni… Ormai son tre giorni che per un motivo o l’altro si festeggia (anche il marito compie gli anni) roba che nemmeno un vero Principe. 😉
      La rediviva Soleil é la bella novità di questo inizio anno… A volte (meno male) ritornano 🙂

  7. smilepie ha detto:

    è un pezzo di te.. auguri..

I commenti sono chiusi.