…di voti

Si ritorna ai bei tempi andati, quelli dove i bei voti erano la norma e non l’eccezione.

La Fr@ ha portato a casa il suo primo #bravissima per aver svolto il primo dettato senza errori.

In un tripudio di vocali la scheda sul quaderno é stata scritta con attenzione, ho controllato, non ci sono segni di cancellatura.

Visto anche che siamo più bravi a dare consigli agli altri che a noi stessi e che solo gli stupidi non cambiano opinione, ecco che la mia teoria del non si premiano i voti é stata gettata alle ortiche, forte del fatto che con Estraneo la pacca sulla spalla non ha dato risultati (probabilmente non sarebbe cambiato niente, ma provare una nuova strada non costa niente), ecco che oltre alle lodi sperticate ho preso subito un piccolo cartoncino e con il timbrino a forma di bacio ho reso solenne questo momento di soddisfazione scolastica.

La Fr@ mi guardava interrogativa pensando che volessi giocare, le ho spiegato che ad ogni bel voto avremmo messo un timbrino ed a fine scheda ci sarebbe stato un piccolo premio.

Lei sembrava molto contenta e poi per festeggiare ci siamo mangiate anche tre gommose Halloweeniane a testa, che ok il miraggio del premio, ma un compenso immediato e goloso é sempre gradito.

Annunci
Contrassegnato da tag

13 pensieri riguardo “…di voti

  1. ebbbbrava Fr@ !!!!!!!!!
    per quanto riguarda le teorie è come fare una vincita al super enalotto trovare quella giusta, io li ho sempre spronati e premiati allo stesso modo, poco ma qualcosina di riconoscimento c’era sempre, anche se ho sempre ribadito che era il loro lavoro e dovevano farlo al meglio!

    uno puntava al sei (ed era gia tanto) all’altra non le bastava il nove (ora che va all’università dice che tutti i trenta sono solo fortuna)
    questo nonostante secondo me lui abbia più capacità di lei.

    piesse: mio papà da buon nonno festeggia ancora con loro i bei voti, per l’ultimo trenta le ha preparato la torta ❤

  2. Come ti invidio!!!!! Qui per vedere un dettato senza errori mi sa che si dovrà aspettare il secondo o terzo anno di università…. cmq anche io come te: la teoria è una cosa, nella pratica ho detto al Nin che ogni volta che prende un 10 potrà riceverà un piccolo regalino (che poi sono sempre le carte di Yughi-o-come-diavolo-si-chiama). Eh vabbè.

    1. Me la godo adesso che siamo all’inizio, siamo troppo navigati per illuderci prima del tempo.
      Anche per lei alla fine scheda sarà una piccola bustina da edicola.

  3. bravissima la Fr@, ma lei è una tosta per cui avanti tutta!!! Si una piccola ricompensa ci sta!!! un riconoscimento è solo per aiutarla ad avere autostima e fiducia in se stessa e…ma si non ci sono ricette…

  4. Ti leggo spesso ma credo di avere commentato solo un’altra volta, ti scrivo solo x avere conforto, leggo che la Fra dall’ultimo anno di materna è in ripresa con la salute…dimmi chela crescita non è un miraggio, perchè qui è delirio, un mese dal rientro e lui dopo 10 giorni era già ko, è il suo secondo anno di materna (e già qualche mese di nido precedentemente). Oggi ennesima visita pediatrica, che la gola implorava pietà,e anche le mie orecchie nel sentirlo tossire. Sono stanca, dispiaciuta e preoccupata. Anna

    1. Ciao Anna, piacere di conoscerti. La Fr@ ha avuto sempre anni migliori, già lo scorso anno si é ammalata meno e combatteva di più. Non era più che al primo starnuto partiva subito tosse con broncospasmo é capitato che ce la facesse fa sola, inoltre iniziando ad usare sciroppi un po’ più tosti é decisamente andata meglio.
      Te lo scrivo tra parentesi (da quando é iniziata scuola non ha perso nemmeno un giorno).
      Perciò forza e coraggio Anna, i piccoli diventano grandi e staranno meglio e noi con loro, lo so che quelle tossi fanno male al cuore…passerà e tutto questo periodo diventerà un ricordo.
      Um abbraccio a te ed un bacino al tuo piccolino

      1. solidarietà ad Anna anche da parte mia. Con il mio primogenito è stato un delirio. Non ha mai avuto broncospasmi, lui era uno da otite. Il primo anno non ha frequentato MAI 15 gg consecutivi. Secondo anno, broncopolmonite. Antibiotici un tanto al chilo. Poi è andato migliorando. Prima elementare non ha saltato un giorno. Giuro. Nessuna assenza. E si è assestato. Ora si ammala spesso, ma li dipende dal fatto che andare in giro mezzi nudi è fico e l’ombrello è da sfigati. Ha 15 anni 🙂
        In bocca al lupo.

  5. Brava le tessere a punti fanno sempre un bell’effetto! E complimentissimi per il timbro al bacio 🙂
    Quasi vorrei essere io tua figlia ❤

I commenti sono chiusi.