…di riciclo

Finalmente si differenzia anche qui in pianura.

Due anni fa iniziarono solo le vie centrali del paese, dal mese prossimo tutti noi cittadini saremo ufficialmente differenziatori di rifiuti.

In questi giorni gli incaricati stanno provvedendo a consegnare i sacchi ed i bidoncini per umido e vetro, il calendario raccolta e le date del punto distribuzione sacchi presente in municipio tre volte al mese.

Sono contenta e felice, perché è giusto e perché a mio parere si doveva iniziare prima, le persone anziane sono un po’ spaventate dal nuovo metodo, ma come tutte le cose nuove è solo questione di abitudini, la Fr@ per esempio ha già memorizzato i prodotti principali in quali colori devono essere gettati “….mapperò da Peppa nel verde non si buttava il vetro”

Sono contenta perché differenziare ci fa toccare con mano l’inutilità di alcuni imballaggi e stimola l’attenzione verso oggetti o alimenti più semplici nel confezionamento, ma non per questo meno buoni.

Il nostro sindaco ha detto che non vuole avvalersi della facoltà di dare multe, però ovviamente moniteranno la situazione in modo che l’errore non diventi da iniziale a seriale.

Per agevolare lo smaltimento di tutto ciò che non sarà interessato dalla raccolta porta a porta hanno anche asfaltato la strada che porta alla piazzola ecologica, dove sarà in allestimento anche una zona riuso di oggetti.

Il tutto condito dalla promessa che se saremo bravi a raggiungere una buona percentuale di riciclo la famigerata tassa rifiuti avrà un ribasso.

Mi auguro che tutti abbiano preso coscienza del problema rifiuti e che il nostro paese diventi virtuoso.

 

Annunci

14 pensieri riguardo “…di riciclo

  1. Nel Paesino che tu sai , è diminuita e se passano solo due volte al mese al posto di 4 per l’indiferenziata ti tolgono 80euro all’anno etc…direi che alla fine ne vale la pena…magari non per tutti i comuni …
    Nel mio paesello fanno le multe, ma ormai sono 6 anni che c’é la differenziata quindi…

  2. Solo ora????? qnd al nord e nn parlo di paesini sperduti nelle valli, ci sono ancora paesi che nn ricilano??? qui da me sono almeno 10 anni.. siamo messi proprio male.. anche in qsto. sigh!

  3. Anche noi, gente di pianura, differenziamo da sempre.
    I bambini, su questo argomento, sono molto sensibilizzati anche a scuola e a loro viene spontaneo.
    Ti dirò che quando siamo in VDA, non poter differenziare l’umido mi disturba…..

  4. in quel della provincia di Brescia, già da un paio di anni, il riciclo è un obbligo.
    complici i bidoncini dello sporco che vanno a chiavetta ed accettano sacchetti minuscoli… un casino per gli anziani che non ti dico!
    io non sono una verde faniculla ecologistica, ma se me la mettessero giù più facile, lo farei con maggior entusiasmo e costanza

    1. Qui ci sarà il porta a porta, però da alcuni discorsi che sento non sono solo gli anziani ad essere in difficoltà, infatti prevedo ripetizioni ai miei genitori, ma un po’ di tutte le età.
      Nel mio piccolo differenziavo già plastica, vetro e carta gettandoli nei cassonetti appositi, quindi questa ulteriore precisione non mi sconvolge.

  5. Bravi! Qui da noi non si fa in maniera seria, è tutto lasciato al senso di civiltà della gente (!!!!!) noi cerchiamo di fare del nostro meglio ma ci sono abitudini difficili da prendere vuoi per età vuoi per pigrizia mentale. Speriamo che prima o poi anche il nostro comune si organizzi e provveda

I commenti sono chiusi.