…toh! lEstraneo

Nell’ultimo periodo ho condiviso poco della gesta di Estraneo.

Il proposito di prenderla “scialla” andava a toccare anche la parte blog che si sa nel momento in cui si inizia a scrivere come sfogo, più si scrive e più sale lo sfogo e più sale lo sfogo più la carogna rabbiosa prende possesso della mente, così ho deciso per un profilo basso, solo qualche pirlola come il risparmio carta o l’uccisione di tutti gli acari non rifacendo il letto.

Non è che d’improvviso siano arrivati voti da incorniciare, viaggia sempre sul filo del rasoio tralasciando qualche materia specialistica, ma ecco che dopo anni da incubo abbiamo (finalmente?!?) capito che rovinarci il fegato non serviva a nulla così tutto quello che è stato rosicato negli anni scorsi penso si sia riformato.

Ieri ci sono stati i colloqui con i professori, Marito l’ha portato con sé, perché al suo ritorno di solito lui contestava sempre ciò che i docenti pensavano di lui, questa volta (e oserei dire anche le prossime)avrebbe sentito con le sue orecchie.
Vi lascio qualche perla.

Prof.ssa di matematica:
Sig.papàEstraneo mi faccia il favore di non mandarlo più a ripetizione, non gli servono, le capacità ci sono, dovrebbe essere solo più partecipativo a scuola.

Prof.ssa di Diritto:
Bravo ragazzo, ma lui come gli altri deve cambiare mentalità, lo voglio più deciso e presente deve tirar fuori il carattere, vedrà sig. papàEstraneo ce la faremo.

Prof.ss di Italiano:
A casa non studiamo molto vero? dimmelo guardandomi in faccia Estraneo quante ore studi…e lui avvampando (come anche con le precedenti prof) emh…beh.. un paio d’ore e lei molto ironicamente mmh forse in una settimana, di certo non giornalmente.Touchè

Comunque a conti fatti, nonostante alcuni voti non siano sufficienti la situazione non è tragica come lo scorso anno, ma forse questa parvenza di serenità è dovuta al fatto che dopo quattro anni di tempesta adolescenziale ci siamo rotti le palle di incazzarci e di rischiare un TSO un giorno sì e l’altro pure.

Quello di cui possiamo essere orgogliosi è che a livello di carattere è sempre educato e rispettoso con i professori ed ultimamente devo dire che anche con noi tutto sommato è abbastanza tranquillo.

Lo lasciamo molto libero di fare ciò che vuole e per assurdo alcune volte si è sentito come un po’…abbandonato ed è venuto lui a cercarci.

mah!

10 pensieri riguardo “…toh! lEstraneo

  1. Crescono. Maturano. E si pacano un pochino. Dicono che il peggio sono i 15 anni, poi pian piano la tempesta ormonale ci dona qualche tregua. (per la cronaca, io ci sono ancora dentro in pieno…)

  2. Arrivano momenti di relativa quiete, mai sedersi sugli allori, solo godersi le piccole soddisfazioni! Bravo Estraneo stai crescendo, bravissimi voi che lo avete fatto maturare ! ^_^

  3. Bhé dai nn male davvero i colloqui con i proff… E bravi voi a reiventarvi sempre come genitori
    🙂
    emme

  4. Credo che l’età dell’adolescenza sia inesorabilmente anticipata rispetto alla precedente generazione e oggi già alle scuole medie cominciano ad apparire quei sintomi che poi esplodono alla grande non appena si entra nel mondo delle superiori; così quando si arriva alla maggiore età (quando, cioè, noi cominciavamo a dare i tipici segnali di ribellione adolescenziali) i nostri figli hanno già esaurito il peggio si sé e se sono (e noi con loro) sopravvissuti, probabilmente ne escono anche migliorati.
    Più che una certezza questa credo che sia una speranza…

I commenti sono chiusi.