…di Settembre

A settembre,  quando si esce dai confini di cemento della cittadina è tutto un trionfare di giallo, il riso quasi maturo sta aspettando il momento giusto del taglio.

Siamo nel bel mezzo della festa cittadina ed ancora per pochi giorni si potranno incontrare persone che incontri solo in questa occasione, vuoi per lavoro o per via dei ritmi diversi  dei nuclei famigliari.

La prossima settimana, appena finita l’allegra festa inizierà l’ultimo anno di scuola dell’infanzia della Fr@.

L’ultimo anno di materna, quello in cui cuscino e copertina non servono più, perchè i grandi non dormono, ma fanno preparazione pre-scolastica.

Il prossimo anno in questi giorni avrò dovuto già provvedere per zaino, astuccio e grembiulino, a dirla tutta già quest’anno la Fr@ faceva il filo ad almeno tre zaini tutti con l’immagine dei suoi cartoni preferiti, quindi prevedo lunghe scelte davanti agli scaffali del negozio.

Il giorno 15 invece come in quasi tutta Italia sarà il giorno dell’Estraneo, inizierà la terza superiore mancano ancora solo due libri all’appello, lo zaino c’è (santa invicta! Questo è il sesto anno!) il diario pure (smemo ovviamente) e sulla voglia di studiare non mi pronuncio, anche lui intelligentemente non ha fatto proclami.

Quest’estate per lui è stata fighissima ha consolidato la compagnia con cui uscire sia in montagna che in pianura, ha trasferito il domicilio in piscina ed è abbronzatissimo, gioca nella squadra di calcio che gli piace e nel cui ambiente si trova a suo agio. Temo solo qualche crisi claustrofobica, è uscito praticamente tutte le sere e sarà difficile tornare ad una vita più morigerata, ma tant’è questo è il minimo rispetto a quello che abbiamo passato lo scorso anno.

Io, dopo aver superato un allarmante numero sulla bilancia ho deciso che basta parole e con il motto #unoraalgiorno ho ripreso la mia vecchia dieta post gravidanza e soprattutto pedalo tutti i giorni sulla cyclette trasferita per l’occasione in un posto più comodo e dove non ho il muro davanti, ma un bello schermo in cui guardare i film o ascoltare musica.

Si preannuncia un nuovo anno tosto e pieno di ritmo.

Annunci

13 pensieri riguardo “…di Settembre

  1. qui saremo dei medi, senza coperta e cuscino, che solo i piccoli dormono. infatti mi sa che non reggerà tutta la settimana, faremo un po’ e un po’.

  2. uh. sto realizzando da alcuni commenti sui blog in questi giorni che il mondo si divide in invicta ed eastpak. non pensavo avessero diviso le utlime generazioni più di quanto non fecero beatles e rolling stones.

    1. Finché non si ridurrà a brandelli e vedendo che all’inizio del sesto anno scolastico gode ancora di buona salute, prevedo che la cosa é ancora lontana dall’avvenire, non acquisterò uno zaino nuovo solo per moda 🙂
      Inoltre vedendo a volte il volume di carico di Eastpak ne servirebbero due

  3. Le risaie sono sempre uno spettacolo sia quando sono piene d’acqua, sia quando sono verde brillante o gialle come adesso!
    A casa nostra la ciclette è in cantina, ottima come porta abiti!!!
    Io proverò con le camminate serali.
    Sto cercando di arruolare un pò di amiche, lo sto vendendo come gruppo aiuto-mutuo-aiuto, perchè da solo non farei mai niente!

  4. Mamma mia mi hai fatto tornare ai giorni della materna di Patitù, quando ancora non si doveva combattere con i compiti…
    Per non parlare della straordinaria bellezza della canzone che hai postato, lì mi hai fatto tornare mooooolto più indietro!
    Buon inizio a tutti, allora!

  5. in bocca al lupo x tutto carissima : ))) io sono immensa nei pensieri.. settembre mi accontento di rappresentarlo come il mese dei fichi che adoro e mangio senza ritegno : )

I commenti sono chiusi.