…di concerti

La serata ggiovane  è arrivata ed è stata un successo.

Cena in noto ristorante a gustare l’orecchia d’elefante  salutati i ragazzi (Estraneo&Estraneo2) ci siamo fatti un giro tra i millemila gazebo della festa e poi ci siamo posizionati in zona strategica da cui vedere il palco e nello tempo avere aria intorno che anche la Fr@ era con noi pronta a divertirsi ed a scandire il tempo con il braccio alzato specie in Come i vampiri

Sapete che vi dico? Seppur fuori target a noi è piaciuto tanto, Marito era il più scettico , ma alla fine era divertito e più di una canzone  gli hanno strappato un bella questa! Emis è stato divertente e coinvolgente ha fatto cantare la piazza dall’inizio alla fine.

Quasi due ore di concerto, un palco essenziale con alle spalle uno schermo su cui venivano proiettati video e giochi di luce.

Finito il concerto mentre torniamo verso il parcheggio con la Fr@ crollata da poco nel passeggino cantiamo spensierati e festeggiamo  il battesimo de lEstraneo ai concerti in piazza.

Il ritorno è stato un po’ lungo, l’orologio segnava le due del mattino, stamani il Marito andava al lavoro ed io mi alzavo per solidarietà.

 

Orecchia d'elefante
Orecchia d’elefante

La forchetta l’ho messa per rendere bene l’idea delle dimensioni a chi non conosce questa delizia.

La serata ha avuto anche un altro risvolto piacevole, abbracci e baci e compagnia durante il concerto di un’amica blogger, grazie Lara sono stata davvero contenta di conoscerti.

…di Estranei e madri smanettoni

Compiti per le vacanze, non pervenuti, solo la Prof d’italiano ha assegnato tre libri da leggere e relativa scheda, più la solita raccomandazione di leggere quotidiani. Due libri sono stati acquistati in un lampo, che poi dopo un’attesa di dieci giorni lui rimproverasse i genitori che ancora non erano tra le sue mani, ma che in pratica sono un mese che sostano intonsi sulla scrivania è un altro post, il terzo era praticamente impossibile perché fuori stampa (così hanno detto), ma le madri smanettoni non si perdono mai d’animo. La madre è appena entrata (e si domanda perché non l’abbia fatto prima) nel colorato mondo dei libri usati, quindi dopo aver cercato nel dispensatore di libri digitali ecco rivolgersi al libro dalla brutta reputazione e di cui ha ancora l’ordine in corso, et voilà… Volo di notte di Antoine de Saint-Exupéry solo una copia usata disponibile, entra di fretta nel carrello acquisti, poi unisce i due ordini e si mette in attesa fiduciosa. Ehi Estraneo visto che brava tua mamma? Eheh sono proprio smanettona…potrai leggere anche il terzo libro…

Che  lui, lEstraneo, non stesse ballando sul mondo dalla gioia pare ovvio, ha solo abbozzato un sorriso, alzato il pollice e sbiascicato uno stirato…eh brava, che culo!

…di musica (ggiovani dentro)

 

…ma le facce delle persone a cui diciamo che andiamo a vedere il concerto non ha prezzo, compresa quella di Estraneo quando gli abbiamo chiesto se veniva con noi.

😀

Tutto scorre normale a casa Agrimonia senza grandi sconvolgimenti, lEstraneo ha praticamente trasferito la residenza in piscina ed ha scelto la nuova squadra calcistica, laFr@ è in attesa dell’imminente  caduta del secondo dentino ed intanto passa le giornate super coccolata dalla sua Tata e l’appuntamento settimanale con i cavalli, Marito non si è classificato tra i primi settemila  nella pre-selezione che a fine percorso sceglierà i migliori mille, ma è contento lo stesso perchè l’importante è provarci, la prossima volta magari andrà meglio e come gli ho detto io pensa a quello arrivato settemilauno come gli girano le scatole 😉 che il bicchiere è ovviamente sempre mezzo pieno, Io lavoro sempre a singhiozzo e tutti aspettiamo le meritate ferie, mentre in questa strana estate dormiamo con le finestre chiuse ed il lenzuolo a coprirci.

 

…lumi sul lumia

Quando mesi fa mi si spiaccicò a terra il lumioso cell mandando in frantumi il vetro e la connessione H24 con il mondo ero triste, ma nel contempo mi resi conto che il giochino mi aveva preso un po’ troppo, così vissi quel periodo di ritorno ad un cell normale come una rehab virtuale necessaria.

Grazie ai famosi 80 euri del nostro premier lo feci riparare senza intaccare il mio patrimonio, ma qualcosa dev’esser andato storto o comunque essendo il vetro il problema principale non se ne sono accorti, perchè il lavoro è stato fatto sì bene, anzi mi hanno messo vetro e pellicola originale, ma la ricezione (dicono che anche il gestore non pompa più come prima) è bassa.

In roulotte non prende nemmeno le chiamate normali, che di internet o whattsapp potrei farne anche a meno, quindi questa cosa che in caso di necessità io non possa essere raggiungibile o io stessa chiamare mi ha fatto entrare in un trip di è il telefono? è il gestore? Cambiamo momentaneamente gestore dando priorità al brand del cell, niente, non è il gestore perchè Marito prende.

In roulotte sono isolata dal mondo, devo spostarmi sino ai cassonetti per essere raggiungibile.

Tutto sto’ pippone per dire a chi ha il mio numero, che da stasera sino a data da destinarsi sarò raggiungibile solo tramite chiamate, mail ed sms (che in fondo il loro lavoro l’han sempre fatto bene anche prima di whattsapp), porterò di nuovo il cell nel negozio riparazione spiegando il problema dell’antenna.