…Estranee strategie

I due compari Estranei, visto e sentito il cerchio punitivo stringersi intorno a loro e sapendo che la prof.ssa italiano li avrebbe separati almeno sino a giugno si sono immolati sulla cattedra.

Prof.ssa noi veniamo al primo banco, però non ci  divida.

Così adesso sono davanti non nello stesso banco, ma affiancati.

Marito dice che ce l’ha raccontata a modo suo, io credo invece che sia giusta la sua versione, per non rischiare di finire alle pareti opposte si sono trascinati in avanti.

Annunci

…chicca s(q)uolastica 2

Parliamo adesso della prof.ssa di Matematica, chi mi conosce bene sa che sono sempre dalla parte della scuola e se adesso faccio una critica è perchè ne ho giustificato motivo.

La prof.ssa in questione ha come dote un bellissimo guardaroba ed una borsa Burberry favolosa. Stop.

La signora è stata (penso) l’unica prof.ssa di matematica in tutto lo stivale a non dare compiti per le vacanze estive.

La signora a settembre al rientro scolastico ha fatto un test d’ingresso in cui lEstraneo ha preso 2, un’interrogazione in cui ha preso tre e poi ci sarebbe dovuta essere una verifica di recupero che a detta dell’Estraneo non è più stata svolta ed avendo noi un registro elettronico che registra in tempo quasi reale gli abbiamo creduto.

Invece… tadaaaa!

Ieri salta fuori che:

La verifica è stata svolta, ma lEstraneo si è alzato ha consegnato il foglio bianco ed ha detto alla prof mi tengo il tre.

A Marito sono cadute le braccia mentre la prof parlava e parlava del fatto che non segue e che la in fondo con il compare si fanno i cavoli loro, marito ha chiesto come mai lei ha accettato una risposta del genere e non ha messo una nota sul registro per segnalarci questa cosa e lei….beh sì comunque non ho messo zero volevo vedere se magari poi si riprendeva.

Oh bella con la borsa di Burberry, che gli unici due voti nella tua materia sono di merda lo vediamo anche noi e  cerchiamo di arginare quello (anche in luce del metodo vuoi la fiducia eccotela, ma se fai il furbo si scopre eccome) ma che tu possa accettare un atteggiamento del genere senza dirmi a me genitore guarda che tuo figlio sta facendo il cazzone più del solito io non me lo posso sognare.

E poi dice ad un’altro genitore eh xxxxx  che ha recuperato bene (e la madre fuori dai denti….già grazie a novanta euro di ripetizione perchè da te non capisce una mazza).

Ovviamente noi sniffavamo le difficoltà matematiche, ma dopo che più volte è stato offerto aiuto paterno o esterno e rifiutato con spocchia (che non lo sapete che sono gegnio?!?) adesso ci sarà lo studio coatto perchè ci ha preso per il culo ancora una volta in più, i soldi che erano investiti per il suo benessere fisico adesso proveranno a tramutare la segatura del suo cervello in qualcosa che non sia letame.

 

 

 

…chicca s(q)uolastica

Immaginate una signora Prof.ssa (inteso come una donna coi controtacchi) per chi la legge modello ‘povna per interderci.

Bene, immaginate dicevo, questa prof.ssa che dice in un momento di pausa spiegazione “fate quello che volete”, visualizzate la parete in fondo, sì quella bianca ecco proprio quel banco che vede due compari vestiti con felpa nera e mano che rialza i capelli a getto continuo, due compari che se si vestissero di bianco sarebbero tutt’uno con il suddetto muro, quasi incastonati a farsi bellamente i cazzi loro (con i prof ovviamente che non hanno i controtacchi), fatto?

Ecco, immaginate uno dei due che (non) a caso chiameremo Estraneo, che prende le cuffiette del cellulare e le infila nelle orecchie.

Siete basiti?

Bravi, anche la prof.ssa, che pur stimando quel pirla lì che abbiamo chiamato Estraneo è rimasta scioccata ed a chiesto ad un altro ancora più scioccato padre (che veniva da tre colloqui di materie naviganti sul tre) “cosa sta succedendo?”

Il padre, che stima la prof.ssa gli ha chiesto come mai se tutti si sono accorti che quei due figuri lì in fondo fanno i cavoli loro non li hanno ancora spostati.

“Professoressa, lei che forse è una delle poche che quel pirla lì rispetta ci pensi lei, noi facciamo la nostra a parte, ma anche voi aiutateci, scrostatelo dal muro!”

La prof.ssa ha dato un giro di lima ai tacchi ed ha detto che ci pensa lei.

E questa non è nemmeno la cosa più brutta….quando mi passa la nausea a pensarci forse riesco a scrivere qualcos’altro.

…ma non ho cacciato un urlo, nemmeno uno, ero troppo nauseata e delusa e tanto oramai ho capito che non serve.

Ci sono nuovi piani di guerra da pianificare.