…di me 2

Ho scritto in risposta al commento di patrizia che affermava che mi leggeva arrabbiata che ero oltre.

Sì certo dai post sicuramente traspare una certa incazzosità, che appunto a questo serve il blog a sfogarsi, come una volta c’era il quadernetto della psicologa in cui ti faceva scrivere i sogni e le azioni quotidiane degne di nota.

Ecco il blog è diventata una grande seduta aperta a tutti.

Arrabbiata? un po’ sì, ma come dicevo a lei oramai sono oltre, oltre l’incazzatura, oltre allo perdere il controllo di me, oltre al fuoco dentro che divora, alla rabbia cieca e incontrollata.

No, adesso mi viene da ridere, ovviamente  amarissimo, ma rido perchè alla sua stupidità non vedo limite ed il bello è che non la vede nemmeno lui.

Lui non lo fa, ci è proprio diventato un grande pirla.

E in questo caso io non posso fare niente altro che  lasciarlo andare, vai per la tua strada sentiti figo e intelligente salvo poi perderti in niente perchè ha tante parole con noi, ma poi fuori sembra una mucca davanti al treno con a chi ricopre un ruolo superiore a lui.

Potrei scrivere l’ultimo episodio di ieri sera per il quale Marito mi ha persino detto questa è da scrivere nel blog, ma adesso non ne ho voglia perchè sto scrivendo di me.

Scrivo di me mamma che si è rotta i coglioni di suo figlio come forse lui si è stufato di me, ma quello che mi lascia un po’ pensierosa è che dargli la minima considerazione mi fa proprio stare bene.

E qui forse trovo riscontro la vecchia frase filosofica “che i figli non sono nostri, ma persone nate per andare per il mondo”

Ecco non arriverà mai troppo presto il momento in cui se ne andrà fuori dalle scatole lui e il suo egocentrismo.

E questo lo dico con molta serenità, il tempo del dolore e del sentirmi fallita è passato,  non credo che sia un bene, ma per adesso è così.

 

…de la riscossa del tintometro

Qualche mese fa ero in cerca di idee per colorare le pareti bianche della mia casa, ho girovagato in giro per il web e qualche idea me la sono fatta, però mi piacerebbe rendervi partecipi così metterò delle foto di quella che che deve per prima ri-diventare nuova: la camera da letto.

Metterò le foto in un post protetto, la pw è sempre la solita se a qualcuno di mia fiducia è sfuggita me la può chiedere tramite mail.

80

80 sono gli anni che oggi compie il mio papà.

Proprio oggi, che bello poterli festeggiare in un giorno di festa tutti insieme.

Se a marzo mi avessero predetto la giornata di oggi non avrei creduto a nessuno.

Invece il mio papà solo un pochino più fragile è qui che sorride e scherza come sempre, solo una piccola parte di lui non è più come prima una, parte di memoria è diventata molto fragile, ma il più è stato recuperato con stupore e sollievo di tutti noi.

Auguri papà, i tuoi 80 anni sono un regalo prezioso per tutti noi e per te un grande traguardo.

Bacio