…e poi lassù…

…succede che mentre tutto intorno grida gioia e tripudio e voglia di divertimento e festa una famiglia è colpita da un lutto profondo che lascia silenti e sgomenti.

Il marito della proprietaria del camping è morto stamani, dopo quindici giorni passati in ospedale appeso ad un filo che alla fine si è spezzato.

In questi casi si è portati a dire le solite ovvietà, ma non stavolta perchè davvero era una persona allegra, disponibile, solare sempre con la battuta pronta, non facevi in tempo a chiedere un aiuto che già lo stava facendo.

Penso con tristezza a come sarà tremendo affrontare questo periodo per la moglie e le figlie con un campeggio pieno di persone che chiedono e che cercano di confortare quando, diciamolo, in questi casi c’è poco da confortare ti girano fortemente i coglioni perchè non puoi pensare che a meno di cinquant’anni* tu non possa fare affidamento sull’uomo che hai scelto e come figlie rinunciare all’abbraccio rude, ma protettivo del tuo papà.

 

*Gli anni giusti sono 56, pensavamo fosse più giovane, ma questo non cambia niente in questi momenti di prostazione

Annunci