…di pasti goderecci

Da molto tempo non pubblico qualcosa di sfizioso per il palato.

Domenica scorsa grigliata a casa di amici carissimi, ho preparato le sfiziosità per l’aperitivo:

Piadina (fatta da me) tagliata a mo’ di pizzetta e spalmata di formaggio cremoso alle erbe e pezzetto di salmone affumicato con ciuffo di erba cipollina

appetizer con salmone

 

Pizzette velocissime: rotolo di pasta sfoglia già pronto, tagliare le forme con una tazzina da caffè, preparare in una tazza del concentrato di pomodoro e diluirlo con un goccio di acqua, aggiungere olio EVO, un pizzico di sale quanto basta ed origano, mescolare e spalmare le pizzette giù disposte su di una teglia da forno ed aggiungere acciughe e mozzarella o quanto altro vi piace, un giro di olio e spolverata di origano e cuocete in forno.

pizzette veloci

 

In queste settimane accompagnando mia madre al super, ho notato nel banco frigo dove servono gli affettati l’insalata viennese venduta a circa 15 euro al kg, beh l’ho rifatta uguale a molto meno e sicuramente più fresca.

Wurstel grandi, zucchine grigliate tagliate dalla parte piccola, misto di verdure sott’ olio per un gusto più morbido oppure sott’ aceto per un sapore più deciso.

insalata viennese casalinga

 

Avendo comprato un grande vaso di marmellata di pesche che è stata snobbata la scorsa settimana è stata istituita la giornata della crostata e manco a dirlo stavolta la marmellata spalmata sulla frolla è stata divorata in nemmeno due giorni.

un amore di torta

 

 

Per finire vi mostro una bottiglia di vino pregiatissima, adatta ad un “palato femminile” non l’ho ancora aperta poichè sto studiando il giusto menù per poterne assaporare in pieno l’aroma. 😀

vino

finito!

Il blog della Fr@

Ok, la Fr@ è ufficialmente guarita, ma visto che sono andata giù di scorta e da lunedì la dotty sarà in ferie e poi ci andremo noi, sono uscita dallo studio con due ricette rosse per rimpinguare la mia valigetta medicinali.
Domani l’attende ad acqua calda la piscina della sua Tata, i braccioli e salvagente erano pronti da una settimana, ma si aspettava l’ok della dotty.

Le ho comprato al lidl il costumino due pezzi di Minnie e che ve lo dico a fare? E’ bellissima!

Nel frattempo avete notato i suoi codini scoordinati e spettinati che fanno capolino nella testata del blog?

La signorina è una vera bimba 2.0 ormai padroneggia il mouse come noi, complice un gioco interattivo che ha usato anche Prince agli albori dei suoi primi anni, dei cd rom che vendevano in edicola fatti molto bene certo quando ci sono dei conticini da fare l’aiutiamo…

View original post 102 altre parole

pericolo di fusione

Il blog della Fr@

Qui sono 13 giorni che facciamo aerosol.
La cura è ormai alla fine, mancano solo due delle quattordici bustine di singulair.
Il cortisone pare smaltito.
Le quattro dosi di antibiotico son state somministrate e sono ormai già quasi un ricordo.
I fermenti lattici anche loro presenti.
L’aerosol iniziato con quattro volte al giorno poi diventati tre è arrivato adesso a due volte, sino a giovedì giorno del controllo ultimo della Dotty.
A volte mi sembra che la macchinetta si stia surriscaldando 😀 ormai Fr@ è bravissima finita la sua colazione mentre io ingurgito qualcosa le metto la mascherina tra le mani ed inizia da sola e mi fa una tenerezza vederla con quegli occhioni verdi al di sopra della mascherina che si guarda intorno e pazientemente aspetta la fine della dose.
In caso di fusione so già con quale sostituirla, una fighissima di cui ho già la mascherina, visto che…

View original post 24 altre parole

…del qui Prince ci cova

Stamani ero abbastanza sconvolta, temo un colpo nascosto, un’abile mossa, uno scatto felino.

Marito dice che forse è un lumicino in fondo al tunnel del neurone di Prince, io sono del parere che il suo neurone sia ancora nascosto  dove ancora non sono arrivati a scavare per vie del movimento no-tav.

Vado a spiegare.

Stamani ore 8,20 mi telefona chiedendomi se deve ritirare i vestiti stesi e riavvolgere la tenda perchè in arrivo mega temporale.

Un po’ scioccata gli dico di sì, se vuole di farlo.

Già questo basterebbe, ma il fatto veramente sconvolgente e che mi fa sospettare che qualche alieno me l’abbia momentaneamente imbottito di buon senso (ma non in modo definitivo) è il fatto che dopo due ore allo risplendere definitivo del sole ( e di un conseguente schifoso caldo umido, maledetta pianura)  lui mi abbia richiamato per chiedermi se doveva ri-stendere i vestiti sul filo del balcone.

Se ci penso sono ancora sconvolta adesso e non mi capacito che questi brevi dialoghi siano successi davvero.

…..mmmh ha in mente qualcosa…..devo stare all’erta