…del destino

Cinque minuti fa ero sul divano con Fr@ a leggerle la storia de il lupo e i sette capretti quando le campane della chiesa hanno iniziato a suonare tristemente.

In questo momento si stanno svolgendo le esequie di una ragazza trentenne morta in un incidente stradale, stava andando al lavoro come ogni mattina su di una statale percorsa mille volte, un furgoncino frigorifero svoltando a sinistra non ha fatto lo stop per darle precedenza e l’ha presa in pieno, morta quasi subito lei e l’altro conducente illeso. I vigili del fuoco hanno dovuto tagliare l’auto per toglierla dalle lamiere.

Così penso a quel destino che tante volte invochiamo quando nessuna spiegazione logica risponde ai nostri interrogativi, era destino che andasse così….era destino che c’incontrassimo…correre verso il proprio destino…

Un po’ un destino delle balle ed anche rompicoglioni che non ha altro da fare che rovinare vite giovani.

E poi una cerca di pianificare uno straccio di futuro e pensa a fare piani e forse non è il caso, meglio viversi e godersi quel poco ogni giorno invece di fare progetti a lungo termine che altrimenti se non è destino sarà difficile vederli realizzati.

 

Annunci
Contrassegnato da tag

7 pensieri riguardo “…del destino

    1. quando leggi un’epigrafe con scritti quegli anni non si può non pensarli.

      GG te sai mica come salvare una gardenia da dolorosa agonia?

  1. Il destino quando è girato storto sarebbe meglio che si prendesse una vacanza !
    E non ci puoi far niente e non ti poi arrabbiare, puoi solo star in silenzio .

  2. il destino….in questi casi quello mi viene sempre in mente è:
    perchè
    perchè vanno “via” persone che oneste, buone, con famiglia, con progetti….e restano persone che era meglio che se ne andassero??
    ma chi sono io per giudicare?

I commenti sono chiusi.