…del posso giudicare?

Vero che posso farlo?

Vero che posso puntare il dito di disapprovazione?

Voglio mettere alla gogna quelle due-tre famiglie che conosco bene, perchè si sa il paese piccolo e ci si conosce più o meno un po’ tutti, che non hanno acquistato il lavoretto dei loro bimbi.

Capisco non prendere i biscotti o altri prodotti confezionati dalle mamme, (io ho preso un contorno occhi effetto  lifting che pare funzionare) ma il lavoretto personale del proprio bambino non doveva rimanere sul banco delle cose in più.

Volendo un paio di pacchetti di sigarette in meno…qualche giocata in meno alle macchinette e i soldi ci scappano.

A volte si guarda con commiserazione alla famiglia straniera, beh di nomi invenduti stranieri ce ne sono pochissimi, guarda caso è il genitore italiano che ha tolto la gioia al proprio bambino di avere nella propria casa il suo lavoretto.

Annunci

Informazioni su agrimonia71

La mondina delle parole in cerca di una nuova pianura.
Questa voce è stata pubblicata in gente strana e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

15 risposte a …del posso giudicare?

  1. liberadidire79 ha detto:

    posso giudicare io?…..
    vergogna….che schifo…..

  2. Ktml ha detto:

    Cuccioli, mi spiace per quei bambini…

  3. Alle67 ha detto:

    super vergogna..

  4. mammadisera ha detto:

    che tristezza!

  5. pyperita ha detto:

    Putroppo spesso la realtà delle famiglie è molto lontana da quella del Mulino bianco e aggiornamenti vari.

    • agrimonia71 ha detto:

      Non serve il mulino bianco, il tuo bimbo ha fatto un lavoretto all’asilo i soldi servono per pastelli e tutto il resto… poi ti ti dico fossero famiglie che fanno fatica a mangiare ok, ma quando in estate sei sempre seduta al bar con birre medie e patatine e altro UN lavoretto lo puoi comprare

  6. Laura ha detto:

    Guarda da educatrice non mi stupisco più di niente: dopo aver partecipato ad una gita i genitori potevano comprare delle foto (2 foto a bambino 50 cent). Ai genitori di due gemelli, di famiglia sicuramente non alla fame, avevamo chiesto di portare un euro per le 4 foto dei loro bimbi. La loro risposta? No grazie, vi diamo 50 cent, ci basta una foto per ogni bambino…io rimasi allibita!

    • agrimonia71 ha detto:

      Anche da noi ci sono due gemelli..lavoretti comprati entrambi senza nemmeno dire A. Il mio adolescente con sua sorella riguarda lo scatolone che ha riempito con i suoi tre anni di materna lui e sfoglia le sue foto insieme alla sorellina che non riesce a capire perchè lei non c’è :-), son ricordi importanti….molto più di tentare la fortuna giocando

  7. radicalchoco ha detto:

    MA robe da matti! Cioè questi non hanno avuto il piacere di comprare il lavoretto del loro bimbo?!?!
    Sono allibita, ma neanche tanto infondo…ricordo l’orgoglio con il quale scoprii che il mio disegno era stato già acquistato quando arrivai all’asta di beneficenza delle elementari…mia mamma si era presentata tra le prime e l”aveva comperato! 🙂

    • agrimonia71 ha detto:

      infatti, pensa cosa provano quei bimbi che è da una settimana che gli passano davanti, ok non sanno leggere, ma riconoscono quello che hanno fatto…

  8. cautelosa ha detto:

    Sono d’accordissimo con te.

I commenti sono chiusi.