Menù di Natale 2012

Affettati misti

con

funghi misti sott’olio, cipolline, capricciosa

uova sode ripiene alle acciughe 

vol au vent con 

fonduta e funghi, gorgonzola e noci

gamberi in salsa rosa

************************

Ravioli di zucca saltati in padella con zucca e semi di papavero

********************

Sorbetto

*******************

Anatra all’arancia

con patate al forno

******************

Ananas

Pandoro con crema mascarpone

Frutta secca

Caffè

Pralines de glace

Vino: Traminer, Vino spumante dolce

Annunci

…di emozioni e di feste

Sono passati quattro anni da quando Agrimonia pianse le sue lacrime ad una festa natalizia scolastica, era la quinta elementare di Prince e dopo pochi mesi avrebbe deciso che avere un secondo figlio non era affatto una brutta idea.

Oggi è ritornato il momento del fazzoletto pronto nella mano, della ressa dei genitori, della ricerca dell’angolino da cui adorare da lontano la propria creatura e stare attenta a non diventare un panda a causa del mascara sciolto dalle calde lacrime di commozione.

Oggi la Fr@ ha partecipato alla sua prima festa scolastica, indossando una maglietta bianca a cui le maestre hanno attaccato stelline dorate adesive, un collant bianco con legata in vita una gonnellina dorata preparata da quelle sante donne ed un cerchietto dorato anch’esso in un tripudio di stelline.

Tutti insieme hanno ballato intorno ad una stella grande e canticchiato la loro canzoncina ed alla fine l’applauso era degno di un concerto di Vasco a S.Siro

….e lacrime a profusione e sorrisi ebeti a guardarla seduta con i suoi compagni mentre di distraevano ed a volte sbadigliavano mentre lo spettacolo continuava con le altre classe.

L’ho già scritto, ma mi ripeto….in quella scuola materna mi sento a casa e felice.

 

AGGIORNAMENTO del giorno dopo: il regalo della materna

Due ragazzi

Due ragazzi a passeggio per la città illuminata con le vetrine strabordanti di oro e di rosso.

Due ragazzi a passeggio tenendosi per mano ridendo e scherzando e cambiando veloce la direzione dei loro passi alla ricerca del regalo che manca.

Due ragazzi che decidono il loro reciproco regalo, un pranzo cino-giappo seduti in un tavolino per due vicino alla finestra a guardare la nebbia che avvolge la neve e la pianura.

Due ragazzi che si amano ancora come il terzo giorno.

Noi

…del siamo in ritardo!

Agrimonia  e Marito quest’anno complici i malanni della Fr@ ad intervallo quasi regolare di due settimane, complice il calcio settimanale a volte anche bi-settimanale, una puntatina al ps per nonnaE ed anche un poco di pigrizia si sono ritrovati ad oggi senza calendario natalizio per le famiglie di nonni, visto che si sa che il budget è sempre un po’ stringato e che loro non hanno esigenze se non quella di lucidarsi gli occhi con le immagini dei nipoti il nostro regalo è presto fatto o almeno gli altri anni era stato così.

Stamani dopo un giro nei siti virtuali e visto il prezzo di spedizione per le urgenze partono per città vicina per ordinare i calendari in un negozio normale che li stampa in giornata, ma…..fanno schifo! La mascherina del poster calendario non è lontanamente bella come quella vista nel web.

Così dopo aver prelevato Prince, fatto danni in giro per prendere i suoi regali di Natale ormai solo su ordinazione da parte di famigliari e conviventi (ovvero noi), siamo tornati a casa e ripreso l’ordine internet da dove l’avevamo interrotto stamani, pagare per pagare (la stessa cifra) che almeno il calendario sia bello e sul fatto che la ditta sia registrata alle bermuda e che la sede sia in Belgio sono solo quisquiglie senza importanza….forse.

Prince non finiva più di sbavarci sopra di soddisfazione
Prince non finiva più di sbavarci sopra di soddisfazione