…di emozioni e di feste

Sono passati quattro anni da quando Agrimonia pianse le sue lacrime ad una festa natalizia scolastica, era la quinta elementare di Prince e dopo pochi mesi avrebbe deciso che avere un secondo figlio non era affatto una brutta idea.

Oggi è ritornato il momento del fazzoletto pronto nella mano, della ressa dei genitori, della ricerca dell’angolino da cui adorare da lontano la propria creatura e stare attenta a non diventare un panda a causa del mascara sciolto dalle calde lacrime di commozione.

Oggi la Fr@ ha partecipato alla sua prima festa scolastica, indossando una maglietta bianca a cui le maestre hanno attaccato stelline dorate adesive, un collant bianco con legata in vita una gonnellina dorata preparata da quelle sante donne ed un cerchietto dorato anch’esso in un tripudio di stelline.

Tutti insieme hanno ballato intorno ad una stella grande e canticchiato la loro canzoncina ed alla fine l’applauso era degno di un concerto di Vasco a S.Siro

….e lacrime a profusione e sorrisi ebeti a guardarla seduta con i suoi compagni mentre di distraevano ed a volte sbadigliavano mentre lo spettacolo continuava con le altre classe.

L’ho già scritto, ma mi ripeto….in quella scuola materna mi sento a casa e felice.

 

AGGIORNAMENTO del giorno dopo: il regalo della materna

Annunci

Informazioni su agrimonia71

La mondina delle parole in cerca di una nuova pianura.
Questa voce è stata pubblicata in Natale e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

17 risposte a …di emozioni e di feste

  1. LaDamaBianca ha detto:

    E’ davvero bello che ti senta così bene…chissà quanto piace anche a lei quell’asilo 😀

  2. soleil ha detto:

    eh le recite regalano emozioni….
    bello così.soprattutto perché sai che tua figlia è felice e in buone mani….

  3. cautelosa ha detto:

    Sono belle emozioni. E un pizzico di emozione è inevitabile… 😀

  4. mammmadisera ha detto:

    Che emozione! Bello!

  5. maudechardin ha detto:

    oh sarò una mamma snaturata ma a me quelle recitine mi annoiavano anche abbastanza .
    o meglio, mi piaceva vedere mia figlia, mi faceva tanta tenerezza, con quei vestitini e il musino dolce.
    ma le canzoncine melense, le nonne invasate, le mille foto, i genitori che sgomitavano per essere in prima fila…..
    però tu con questa descrizione mi hai fatto tenerezza!

    • agrimonia71 ha detto:

      ehehe noi ci siamo messi in ultima fila in piedi sulle sedie 😆 perchè ovviamente con persone arrivate a prendere i posti un’ora prima c’erano ben pochi posti da cui vedere decentemente, per fortuna che siamo ginnici 😉

  6. azalearossa1958 ha detto:

    Per me sono ricordi che si perdono nella notte dei tempi…..
    In compenso li rivivo ogni anno tramite i miei “topi”!

    Auguroni!!!!

  7. luci ha detto:

    tenere queste creature! quanti momenti magici ci regalano, eh! un abbraccio!

  8. linda ha detto:

    Il candore dei nostri bambini non ha eguali e la commozione di certi momenti è meravigliosa…
    Baci alla piccina e un abbraccio a te!

  9. ktml ha detto:

    E credo che siano momenti che non dimenticherai mai!!!

  10. ziacris1 ha detto:

    che emozione…anche io ho pianto a tutte le recite della Tata, mi sono commossa anche quest’anno….

  11. 'povna ha detto:

    Che meraviglia, questi racconti! E chissà quante feste si annunciano, ora!

I commenti sono chiusi.