…dell’andare a zonzo

Agrimonia per i prossimi tre giorni lavorativi a partire da oggi, sarà a casa in C.I.O.

In attesa che la sua C.I.O si possa trasformare in un contratto di solidarietà e a solo otto giorni dal suo rientro in full time dopo due felici anni al 75% 😦  , con annessa folla in bagno visto che tutta la famiglia deve essere fuori di casa per la stessa ora, Agrimonia si gode una mattinata con amicaG e amicaS, si va’ a zonzo per vetrine di città bella vicina cercando di non spendere niente che non sia per un caffè, si ride, si scherza e si parla dei nostri amori soprattutto quello nuovo e ancora un po’ nascosto di S, fresca di separazione.

Certo, in teoria se guardasse bene in casa ci sarebbe un armadio stipato di abiti da stirare, ma stamani non ne ha assolutamente voglia.

Trucco, parrucco, la Fr@ alla materna e ciao ciao casa ci si vede a mezzogiorno.

Annunci

21 pensieri riguardo “…dell’andare a zonzo

    1. Marocchino nutellato 😉 e abitino per Fr@ da indossare per il suo compleanno, io.
      Le mie amiche altri acquisti per figliastre e per nuovi “morosi” 😉

  1. Proprio oggi a tavola per la nostra pausa pranzo ultra veloce (ma quanto siamo fortunati a poterla fare a casa e assieme) io e la Torretta ci dicevamo di quanto è (sarebbe) importante ogni tanto poter staccare la spina anche solo per un giorno… Hai fatto benissimo!

    1. eh…questa settimana i giorni senza spina sono due, la prossima tre…però dai obbiettivamente c’è chi sta peggio, certo anche meglio, ma va bene così

    1. Essendo dipendente e non specializzata e avendo ancora solo un anno di mutuo come spesa importante, cerco di non avvelenarmi l’esistenza, anche perchè in giro non c’è ninete e quindi tanto vale continuare la mia vita lavorativa cercando di coglierne i lati positivi….poi chissà come tutti spero che le cose cambino anche se la mia è una ditta destinata a morire, perchè gli eventuali eredi lavorano in tutt’altro campo

I commenti sono chiusi.