…18!

Oggi il matrimonio tra me e Marito diventa maggiorenne.

Proprio come diciotto anni fa splendeva il sole anche se la giornata era decisamente più calda.

Stamani tornando a casa dal giro di commissioni ho strigliato Marito per avermi svuotato il portafoglio delle monete, ho dovuto scambiare un venti euro per una spesa di due, però il mio rimprovero voleva essere leggero e ironico invece lui si è offeso e così siamo stati ben venti minuti a guardarci in cagnesco e a bofonchiarci dietro.

Poi abbiamo fatto pace e quando sono venuta al pc aprendo il mio account ho trovato come desktop l’immagine di una bella rosa rossa, sono scoppiata a ridere perchè sicuramente lui avrà pensato “ecco io gli ho messo lo sfondo come sorpresa e lei è tornata acida, mannaggia a me la prossima volta non le metto niente”

Ma alla fine si sa a volte siamo due peperini ed in fondo pur se con normali screzi ci amiamo.

Oggi non voglio solo celebrare il nostro anniversario, vorrei ricordare anche le cose più “ridicole” per esempio appena sposati non eravamo entrambi proprio dei cuochi provetti e così quando imparammo a cucinare i fagiolini al pomodoro divennero il nostro cavallo di battaglia, il fatto è che compravamo quelli nella lattina e così credo che dopo tre mesi in cui venivano cucinati almeno una volta a settimana furono abbandonati per nausea e mai più ripresi se non nella versione con verdura fresca.

Un altro sbaglio da fresca sposina fu l’acquisto dell’ammorbidente, solo che dopo averlo messo nel cassetto della lavatrice questo traboccava di schiuma ed anche nel cestello era tutto soffice e bianco, per ben due volte rifeci l’esperimento e dopo averne dette di tutti i colori alla marca del prodotto leggendo meglio l’etichetta scoprii che non avevamo acquistato l’ammorbidente, ma un detersivo liquido.

E voi? Quali sono stati i primi ilari esperimenti matrimoniali o di vita indipendente dai genitori?

 

Annunci

Informazioni su agrimonia71

La mondina delle parole in cerca di una nuova pianura.
Questa voce è stata pubblicata in pensieri e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

28 risposte a …18!

  1. paluca66 ha detto:

    I miei ricordi sono un pò particolari perchè quando io me ne sono andato di casa stavo già con la Torretta, solo che io a Milano e lei a Lecce e per noi è stato un pò un accelerare i tempi in modo da avere un posto nostro quando lei veniva a Milano. Quindi per quasi due anni ho vissuto nella nostra casetta in affitto più da solo che insieme… Ricordo un episodio che mi è rimasto dentro, era il primo giorno da solo dopo la partenza per Lecce della Torretta al termine di un suo soggiorno piuttosto lungo a Milano, ero gonfio di tristezza in modo dolorosissimo, ad un certo punto prendo una pentola per farmi la pasta la riempio d’acqua e mentre sto per metterla sul fornello mi sfugge andando a terra bagnando dappertutto… ho avuto una crisi di nervi ho preso a calci la pentola e sono scoppiato in un pianto disperato e irrefrenabile calmato solo dopo una lunga telefonata consolatoria con mia sorella.

    • agrimonia71 ha detto:

      Eccerto la mancanza della persona che si ama butta davvero a terra…letteralmente 😉

  2. pyperita ha detto:

    Prima di sposarmi vivevo già da sola da anni, non ho ricordi particolari di disastri domestici. L’unico disastro si è rivelato il matrimonio stesso 🙂 e infatti adesso ho una seconda vita!

  3. ziacris1 ha detto:

    la zuppa di fagioli…salatissima, praticamente se l’avessi tenuta si sarebbe conservata fino ad ora….

  4. torretta ha detto:

    auguri innanzitutto..bello il tuo racconto. Io ho dovuto imparare a cucinare di sana pianta e in modo vario quando nel 2000 sono giunta a Milano. All’inizio le cose in scatola o preparate abbondavano. Ora mi vanto di saper cucinare, di avere cavalli di battaglia e di esser felice di invitare e preparare una buona cena. Pecco nel cucinare la carne (roast beef o arrosti o brasati), ma il pesce mi viene bene. Ora direi che amo cucinare. quando partivo e lasciavo Paluca solo e quando tuttora parto, lui si fa un sugo della bottiglia e tutte le sere della settimana mangia pasta al sugo. Se riesco gli preparo delle cose e gliele surgelo!!!!! auguroni ancora, 18 anni un bel traguardo

    • agrimonia71 ha detto:

      grazie Torretta, anch’io ho imparato sul campo ed ormai mi reputo brava. Pecco un po’ nei risotti, specialità di Marito, ma solo per una fobia materna e per rottura di scatole a mescolare per un quarto d’ora.

  5. margherita ha detto:

    Io avevo 19 anni ed ero tabula rasa su tutti i fronti, ho fatto lavatrici con schiuma, preparato pasti improponibili per un bel po’, l’ordine lasciava molto a desiderare, lo stiro era un incubo continuo, ma di quei primi passi da moglie ho un ricordo talmente sereno e dolce che erano tutte cose di una marginalità tale da essere irrilevanti! Eravamo giovani, felici ed innamorati! Poi la vita ha confuso le carte ….
    Augurissimi a voi!

  6. Stefania ha detto:

    Auguroni !!!
    io e artemio abbiamo fatto 23 anni il 21 aprile… è una vita eppure mi sembra ieri che eravamo a Villa Palestro (allora a milano ci si sposava là) con un acquazzone incredibile che non ha dato tregua per tutta la giornata !!!
    ma evidentemente lo “sposa bagnata sposa fortunata” funziona, almeno per me così è stato !

  7. agrimonia71 ha detto:

    per la serie…lascia che fuori nevichi, basta che lui mi ami 😉

  8. auguri!!!!!
    in cucina le quantità sono sempre state la mia pecca, tendo a cucinare per venti se ho pochi amici a cena (e mio marito mi rimbrotta “di quello che pensi fare, dividi per due e prendi la metà e sarà ancora abbondante”)
    Un’altra prova forte dei primi mesi di convivenza è stata capire come si teneva bloccato il congegno sulla rubinetteria della vasca per far passar l’acqua dalla doccia a telefono: entrambi durante la doccia lo sorreggevamo con una mano e con l’altra ci lavavamo 🙂 Fu un amico pietoso che guardandoci laconico ci rivelò “Macché tenerlo sollevato tutto il tempo, basta girarlo!” 😀

  9. 'povna ha detto:

    Auguri, prima di tutto! Io me ne sono andata via di casa che avevo 19 anni, e mi mantenevo, interamente, da sola. Questo grazie ad Hogwarts, ovviamente, che forniva un apparato di supporto talmente solido da rendere tutto relativamente semplice e indolore. Le prime prove sono state il lavaggio, nella lavatrice comune (ho ancora il foglietto chiesto a mamma ‘povna al telefono dalla cabina del collegio, con le indicazioni generali di colori e temperatura); e poi la cucina sul fornelletto elettrico, di nascosto, in camera, quando non sopportavamo più la mensa (che però, come tutto il resto, era gratis). Quattro anni dopo ho preso la mia prima casa, insieme all’Anziana di Ginevra, e sono diventata la cuoca ufficiale di tutto il gruppo di amici. Uno dei cavalli di battaglia? La carne alla Radio 1, così chiamata perché la ricetta l’avevo sentita la mattina alla radio. Fette sottilissime di manzo stratificate al forno con fontina e prosciutto crudo.

  10. LaDamaBianca ha detto:

    Auguri di cuore per il vostro diciottesimo anniversario e spero davvero che lo festeggerete in qualche modo. Penso ne valga davvero la pena. Un bacione.

  11. maudechardin ha detto:

    Anch’io come Pyperita ho vissuto da sola per anni, quindi mi sono adattata gradualmente. Ciò che è immediatamente successo, e che succede ancora adesso, è che Brontolo vicaversa crede che io sia caduta da pero l’altroieri e mi vuole spiegare le cose più semplici che faccio da millenni (per esempio che i taglieri vanno divisi fra quelli per cibi cotti e quelli per cibi crudi, ma è solo uno dei tanti..)

    Tantissimi auguri!

  12. linda ha detto:

    AUguri!!!! 18 anni, che bello!

    Io ho fatto grandi danni con lavatrici: panni tutti rosa, tutti blu, tutti neri, ma eravamo giovani e felici e ci abbiamo sempre riso su!

    Bacioni!

  13. annikalorenzi ha detto:

    auguri.

    anch’io mi sono sposata in ottobre!

  14. annikalorenzi ha detto:

    ps: ho in archivio un ragù che puzzava di sudore e una lavatrice interamente verde vomito

  15. elysam75 ha detto:

    Ora che siete sposi “maggiorenni” 🙂 guardandoti indietro avrete tante cose su cui ridere pensare riflettere emozionare.
    Io e marito siamo quasi ai 10 anni di convivenza ma non abbiamo cose troppo buffe forse x l’ età + matura …

  16. fango ha detto:

    1. marito dopo pochi mesi dalle nozze: per pulire il lavandino della cucina ha pensato bene di usare l’acido solforico. l’ha spruzzato bene e poi è andato a cazzeggiare al pc al piano di sopra. dopo un’oretta ha sentito un odore strano e si è ricordato del lavandino che nel frattempo era stato corroso dall’acido! lavandino rovinato irrimediabilmente, ma per fortuna la cucina era ereditata dalla vecchia proprietaria ed era da cambiare comunque perchè cadeva a pezzi.
    2. marito poche settimane dopo il punto 1: per pulire il bagno ha usato l’anitra wc anche per il lavandino e l’ha spalmato bene alla base del rubinetto. risultato: rubinetto corroso! però gliel’ho fatto cambiare e l’ha pagato di tasca sua!
    3. io ho cucinato per due anni di fila le lenticchie salatissime. al terzo anno ho scoperto che le lenticchie in scatola che compravo erano già salate!
    e mille altre cose che ora non mi vengono in mente…

I commenti sono chiusi.