…di tesine e di rane gracidanti

Metti un tardo pomeriggio di giugno.

Agrimonia vedendo Prince saltellare allegramente tra un Tubo e l’altro chiede se finalmente la tesina è arrivata alla versione finale, visto che l’aveva lasciato dopo pranzo in procinto di fare gli ultimi aggiustamenti.

Ricevendo una risposta positiva, Agrimonia comunica a Prince che sarà il caso di iniziare a sentire l’effetto che fa nella sua interezza.

Fu così che il silenzio divenne presente tra madre e figlio, il calore del tardo pomeriggio aumentò, si sentirono le rane gracidare nel prato ed i grilli frinire tra le spighe di grano, il sole rendeva rosso fuoco i papaveri ed alcuni diranno che in quel momento comparve persino un cerchio dei campi di grano all’interno di un campo di riso.

Prince deglutì silenziosamente e poi sussurò ad un cavallo alato ed a sua madre “però inglese e francese non le so ancora bene”

Agrimonia che al silenzio della brughiera tempestosa preferisce una radio ben sintonizzata rispose che “I discorsi vanno preparati per evitare di impappinarsi, la tesina è un discorso e va provato, perciò per questa sera dormici sopra, ma domani iniziamo la recita degli argomenti”

p.s. come comprenderete in questi giorni i post saranno leggermente monotematici 🙂

 

Annunci

Informazioni su agrimonia71

La mondina delle parole in cerca di una nuova pianura.
Questa voce è stata pubblicata in scuola e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

22 risposte a …di tesine e di rane gracidanti

  1. eh si,ci voleva di ricordare al giovane che i discorsi si preparano… (a meno di non avere una professionalità tale per cui la favella vien naturale in quelle materie)
    (tra l’altro l’onomatopea del frinire dei grilli (cri cri) per il mio Grande è sinonimo di scena muta all’interrogazione! vedo che non è il solo a usare questa rappresentazione 😀 )

  2. margherita ha detto:

    Dai che domani si comincia….. vi penserò!

  3. Linda ha detto:

    Stai tranquilla, temo che anche i miei saranno un pochino monotematici! 😉
    COmunque, carino il tuo ragazzo che legge alla sua mamma; il mio mi ha detto “dammici un’occhiata”, dileguandosi nel buio della sua stanza…

  4. liberadidire79 ha detto:

    che bello…mi son immaginata tutta la scena!

  5. Trilly ha detto:

    credo che tutti questi pomeriggi li ricorderete a lungo, e il tuo Prince avrà apprezzato tanto di avere una mamma come te al suo fianco che lo ha aiutato e spronato!

    • agrimonia71 ha detto:

      .mmh penso che lo apprezzarà molto più avanti, magari se diventerà padre allora si ricorderà dei suoi genitori e per ricompensa ci metterà in un ricovero al mare 😆

  6. LaDamaBianca ha detto:

    Fermezza è quel che ci vuole, brava Agri 🙂

  7. ziacris1 ha detto:

    va bene così, mi aiuti, con queti post monotematici, a star vicino a Nipote e sorella

  8. patriziavioli ha detto:

    Vedrai che spasso! E che leggero senso di frustrazione 🙂 Ma poi per il (nostro) compleanno sarai una madre orgogliosa e felice!

  9. Alle67 ha detto:

    pazienza e sangue freddo Agri, andrà bene, ma stagli attaccata come una zecca ….

  10. 'povna ha detto:

    Fare le prove è importante, per qualsiasi grande occasione. Forza e coraggio, che oramai ci siamo dentro!

  11. paluca66 ha detto:

    Giusto per capire, avevi gli occhialini appoggiati a metà sul naso e la bacchetta in mano…?

I commenti sono chiusi.