…del ritorno del guerriero

Prince è tornato dalla gita scolastica con un abbassamento di voce dovuto al gran chiacchierare, otto nuovi numeri di cellulare tra cui anche di qualche ragazza, il portafoglio vuoto, un bel viso sereno e felice e la frase “grazie di aver insistito per la gita, mi sono divertito tantissimo” (con relativo sguardo del marito rivolto al cielo per vedere che non iniziasse a grandinare)

Bene vuol dire che qualcosa di buono come genitori lo sappiamo fare 😉 per fortuna i dubbi sono stati spazzati via.

I luoghi gli sono piaciuti perchè oltre alla bellezza delle città visitate c’era anche un grande impatto emotivo, che lui appassionato di quel periodo storico ha apprezzato nelle spiegazioni della guida e dei prof.

Sono stati in visita anche qui 

Oggi pomeriggio il programma prevede un uscita con i nuovi e vecchi amici che con la gita hanno avuto modo di conoscersi meglio e di questo ovviamente ci prendiamo il merito.  🙂

Annunci

17 pensieri riguardo “…del ritorno del guerriero

  1. come sono contenta che sia andato tutto bene, anche se non ne avevo dubbio, tuo figlio é solare e simpatico non poteva essere differente!! 🙂

  2. Bravissimi voi ad avere insistito, bravo lui ad avere comunque aperto la testa e a esserci andato pronto a divertirsi. E tutto è bene quel che finisce bene! (la Risiera è un posto incredibile – noi ci andammo l’anno scorso durante il viaggio ai campi. Da paura).

    1. 🙂 chissà cosa gli era preso…la Risiera (ho visto il sito per il link) dovrebbe essere un posto (o simili) che tutti dovrebbero visitare per capire a fondo quali tragedie può provocare l’ostinazione umana.
      Inoltre all’esame di terza lui porterà la seconda guerra mondiale e sta finendo di leggere Primo Levi, quindi era un cerchio che si chiudeva.

    1. Noi con la famiglia siamo solo passati da Trieste per andare in Croazia e come mare solo fino a Caorle, però guardando i siti devono essere davvero dei posti molto belli da visitare.
      Da Aquileia ha portato a casa un soldatino romano che pesa una barbarità rispetto alla grandezza, tenendo conto di quali erano state le premesse è stata un grande successo come gita.
      🙂

I commenti sono chiusi.