…del ponte bagnato

Il nostro primo ponte abbastanza lungo è stato accompagnato dalla pioggia che a scrosci alternati ci ha accompagnati per i nostri tre giorni montani.

Quasi che il meteo volesse metterci alla prova nella nostra casetta su ruote, ma a noi piaceva tanto rimanere vicini sul lettone a guardare “la saga del pianeta delle scimmie” e l’infinita serie dei Barbapapà; prendere l’ombrello per andare a fare la pipì e guardare le nuvole basse così vicine da toccarle quasi con la mano.

Il tempo è stato inclemente, ma noi grazie al pino che ombreggia la nostra casetta siamo riusciti lo stesso a grigliare la carne, il marito (con la supervisione di Prince) ha sistemato la piccola griglia elettrica sul tavolo e mettendo anche l’ombrellone per riparare da eventuali gocce di pioggia e aghi di pino il nostro pranzo abbiamo gustato bistecche, spiedini e salsiccia alla faccia del meteo.

Tra una pausa pioggia e l’altra abbiamo visitato i due paesi grandi vicini uno a monte e uno a valle, in uno c’è una buona macelleria a prezzi normali e nell’altro una latteria dove gli amanti del formaggio come noi trovano il loro paradiso in terra.

Il comitato “zoccolo duro camping” ci riconosce come quelli nuovi e sono tutti pronti a rassicurarci sulla beltà del luogo “quando ci sarà il sole”.

La nostra Bimba si è adattata subito alla “lulotte” meno alla doccia impuntandosi come un mulo dieci metri prima di entrare nei locali servizi, dopo averla convinta ad avanzare una volta  entrata e spogliata sotto il getto ha deliziato le orecchie mie e di altre donne con urli degni di un soprano e sentenziando seria con il faccino imbronciato che a lei la doccia non piace…ma si abituerà 😉

 

Annunci