…della neve

 

Poesia sulla neve di Fuyuhiko Kitagawa

Pensiero segreto

In un paese ove la neve
raramente cadeva nei passati inverni,
da molti giorni nevica.
S’accumula la neve ed ogni cosa
vien ricoperta da un candido manto:
sotto quel manto paiono più belle
tutte le cose più comuni e vane.
Ma nel nostro pensiero c’impaura
il pensier, che domani, con il sole,
la neve sàrà fusa e allor le cose
sembreranno più brutte e più meschine

14 pensieri riguardo “…della neve

  1. osservare la neve mi mette tranquillità è quando devo prendere l’auto e sfidare le strade poco pulite che mi prende un tremito. ma poi si scioglie e allora è vero “le cose
    sembreranno più brutte e più meschine”… e finalmente arriverà la primavera…. 😉

  2. Bellissimo e verissimo finale di poesia, non c’è niente di più brutto e triste della neve che si scioglie e lascia quella specie di “picio pacio” (si capisce?), acqua e fango più neri che bianchi…
    ma oggi tutto era bellissmo, soffice e silenzioso.

  3. Con la neve in città le cose normali diventano dapprima molto belle, poetiche per poi trasformarsi in “brutte e meschine” e per poi ritornare normali.
    robert

  4. però adesso basta, non sappiamo più dove metterla, se non viene rimossa e aspettiamo il naturale disgelo, qui arriviamo bene bene a giugno

I commenti sono chiusi.