…delle amichevoli delusioni

Dopo la pausa allegra del gioco enigma riprendo con un post che avevo lasciato in bozza scritto sull’onda dell’emotività innescata dal post precedente sull’amica che si dovrebbe vedere sempre.

Una volta Agrimonia era un’amica che dava il novanta per cento, poi con il tempo grazie a vari sberloni ricevuti ha ridotto la quota al cinquanta se l’altra la raggiunge a metà bene altrimenti lei non allunga il passo.

Frasi enunciate da protagonisti vari ecco le motivazioni:

“mi trovo di più a parlare con lei perchè ha una figlia che come la mia è alle scuole superiori”

Dopo che per anni mentre Agrimonia rientrava alle quattro del mattino lei le parlava di pannolini e di scuola elementare era ok come confidente, per le superiori no non andava bene, ah era stata anche la sua testimone di nozze!(di Agrimonia)

“Ho saputo del tuo aborto, non prendertela si vede che non era il momento giusto”

Detto da una persona con cui aveva condiviso un percorso personale intenso avvicinandosi a filosofie naturali e molto introspettive, tutto quel mondo “spirituale” si è rivelato più terreno che mai un semplice “che peccato” sarebbe stato sufficente senza andare a scomodare cosmi e incroci di eventi futuri

“sì siamo arrivati in piscina già da un’ora e ci siamo messi vicino alle vasche con tizio, ah mi tenevi il posto da stamani? no fa lo stesso rimaniamo di là”

Successo dopo che l’invito era stato fatto da noi e da questa persona accettato con entusiasmo e sì c’erano già i cellulari.Con questa persona dopo molto tempo complice un avvicinamento lavorativo si è ristabilito un bel rapporto di amicizia ma rapportato solo al tempo trascorso sul lavoro e qualche sporadico sms, tempo fa si era anche confidata per un problema personale scegliendo lei e non quelle con cui si trova normalmente a cena, con questa persona una volta prese le misure e capito come comportarsi è piacevole parlare, ma di trovarsi fuori non se ne parla nemmeno se lo chiedesse.

Queste le motivazioni principali se la sottoscritta non è più quella che si butta in un’amicizia a occhi chiusi nonostante il suo intuito le dica di fidarsi, si reputa una persona normale con pregi e difetti e vorrebbe vicino a sè persone normali che abbiano come lei un’idea di amicizia normale senza esclusive o gelosie.

Il blog le ha fatto il regalo di conoscere persone stupende non solo virtualmente , ma anche in carne ed ossa, tempo fa qualcuno scrisse che è così perchè non le vede tutti i giorni, non lo so forse sì oppure no però sono persone con cui si può scherzare senza avere il timore di essere fraintese e questo per lei è la cosa più importante, poter essere sè  stessa senza maschere e senza barriere.

Annunci