The open day

Piccolo post sull’open day della futura scuola di Prince (tra poco inizio a preparare per l’aperitivo).

Il preside parla e parla e parla, poi parla il vice preside e vi dirò mi è piaciuto molto di più perchè si è soffermato sul concetto che una volta che si esce dalla scuola non si hanno le risposte, ma i mezzi per cercarle e quindi riuscire bene nel proprio lavoro qualunque esso sia (questo il succo).

Abbiamo sentito parole e spiegazioni, abbiamo visto la sala con i simulatori di volo ed ho visto un Prince piuttosto pensieroso e concentrato sempre convinto della scuola, diciamo che quando hanno detto che nel quarto e quinto anno alcuni testi di studio saranno in inglese mi ha guardato e mi ha detto “beh ultimamente sto andando abbastanza bene”

Certo mio caro LittlePrince, l’inglese che studierai sarà il classico e poi ci sarà quello a linguaggio tecnico, ma sarà importantissimo dovrai quasi parlarlo come l’italiano, però a te gli aerei piacciono da quando non sapevi leggere e guardavi il libro del nonno con tutte le immagini dalla prima guerra mondiale ad oggi, se il tuo futuro scritto al momento della nascita è questo ci riuscirai.

Marito l’ha poi accompagnato alla partita, io nel mentre sono tornta a casa per prepare l’accoglienza dei nostri ospiti, un breve scambio di sms “finito il mutuo della casa, faremo quello per il brevetto di volo”

Forse dovrei iniziare a puntare un euro sul super enalotto hai visto mai?!?

Annunci

…di cene e di amici

C’è una coppia di amici con ci vediamo una-due volte l’anno non per lontanza, ma per diversissimi stili di vita e poi perchè ad entrambe va bene così.

Ci sono i messaggi, ci sono le mail, ma per vederci la cosa è sempre un po’ complicata.

Quest’anno abbiamo iniziato ad aprile a dire “dobbiamo trovarci per una pizza” però noi eravamo impengati con Cresima e tornei, poi sono arrivate le vacanze, le nostre e le loro, poi si è ricominciato il calcio che sino all’ultimo non riescono a dire se giocano si sabato o domenica, poi le trasferte lavorative di Lui, poi il compleanno di mio papà, la festa di Bimba insomma alla fine ce l’abbiamo fatta!

Stasera vengono a casa nostra, ordiniamo le pizze e chiacchieriamo in tranquillità, anche se non è lo stesso un sabato tranquillo perchè c’è l’open day e la partita di Prince, ma non dovendo uscire a cena in locale la cosa è fattibile.

L’unica cosa è che stamani ero già di pulizie negli angoli più reconditi della cucina, leggi: cappa del fornello.

Normalmente non ho di queste fisime, però Lui è alto 1,90 e lì sopra ci vede eccome!

😉