Il tema che non ti aspetti

Prince, brioso tredicenne di terza media, ha affrontato il tema di italiano dal titolo "parla di un avvenimento della tua infanzia per te significativo e fai le considerazioni".

Lui ha parlato di Bimba, di come ha aspettato la sua nascita, della prima volta che l'ha presa in braccio, delle prime notti in cui la sentiva piangere quando si svegliava per mangiare, di come crescendo scopriva le cose buffe di una sorellina in crescita, di come lei ha iniziato a cercarlo ed a chiamarlo Tato e a fare la ruffiana dandogli i bacini.

La conclusione è stata "sono contento che ci sia Bimba, non potrei desiderare una sorellina migliore"

Mi sono sentita felice e commossa: per l'amore che sgorgava da ogni riga del foglio protocollo verso sua sorella e per l'otto e mezzo in contenuto ed ampiezza, che faceva da contraltare al sei e mezzo in grammatica.

Sono sincera quando ho davanti questo Prince un po' mi spiace di avergli spedito i suoi cd dal nonno, però una rondine non fa primavera ed un tema non può sopperire a giorni di ammasso vestiti o di studio superficiale.

I suoi amici si trovano online a giocare ad un famoso sparatutto, ogni giorno gli chiedono se il castigo è finito lui per tre giorni mi ha chiesto  quanto sarebbe durato, nel quarto giorno guardandolo in viso e capendo cosa stava per chiedermi gli ho detto che se continuava a chiederlo il tempo si sarebbe allungato perchè m'innervosiva, "finirà quando dimostrerai di aver capito il perchè del castigo".

Due giubbotti , una felpa e due magliette son rimaste appese a tempo indeterminato, non ha capito

Annunci

9 pensieri riguardo “Il tema che non ti aspetti

  1. C'è tanto di buono in questo ragazzo, continuo a pensarlo (ma che te lo scrivo a fare, lo sai molto meglio di me!), accanto agli inevitabili difetti. Penso che sia giusto il castigo che gli dai, perchè è chairo che ha bisogno di essere spronato in qualche occasione, penso che tra qualche anno verrà da te a dirti grazie per i castighi di oggi.

    P.S.: tema bellissimo!!!

  2. E mio marito mi ha appena detto che a volte sono una madre un po' troppo severa ed esigente …

    Scherzo (mio marito no, però, me l'ha detto davvero: comunque gli ho letto il tuo post, giusto per fargli sapere che non sono poi una madre tanto diversa dalle altre).

  3. Sono padre anch'io ora nonno,ma non sono mai ricorso ai castighi,nei quali non credo assolutamente come metodo correttivo.A dodici anni si può essere svogliati o ribelli e il duro periodo della nostra vita che ci cambia dentro,abbiamo bisogno di sostegno di certezze,di sproni e non di rinunce,ma soppratutto i genitori devono capire che lo svogo e il gioco sono ancora molto importanti in questa eta ma soppratutto che non tutti a dodicianni anno le stigmate del genio e la volontà di un Alfieri.(Volli sempre volli,fortissimamente volli).Lascialo crescere,con le sue amate felpe e i giochini,vedrai, quando passerà alle superiori,la competizione e la voglia di non sfigurare davanti ai compagni e alle compagne (Soppratutto) saranno lo sprone a fare del suo meglio.
    Felice giornata,fulvio

  4. e' stato grande davvero.
    Io direi che merita un permesso speciale di gioco, poi vedete voi…  
    spiegagli di nuovo bene le regole di casa  con calma (e gesso).

    state facendo un ottimo lavoro come genitori, pero' tieni conto che il meglio e' nemico del bene, il fatto che stia crescendo buono e tenero e' da apprezzare, tieni conto che non sara' perfetto, quindi lasciagli qualche campo in cui esercitare la sua imperfezione 🙂

  5. Gabri va male quest'anno: sarà che anche Davide ormai è alle medie e io devo dividermi ulteriormente nel sentire le lezioni… Però poi, non è nemmeno giusto!!!! Ma a noi???? Chi ci aiutava?????
    Linea dura anche da me!!!!
    Bacio
    Lara

  6. a chi lo dici… anche io ne so qualcosa di ammasso vestiti, a volte con le buone mia figlia sistema, altre mi sbuffa e dice che lo farà… per poi accorgermi che tanto è solo un modo per tenermi buona. sai che ti dico? che sono stanca di castighi e litigi, mi piacerebbe trovare il modo per ottenere e farle capire che l'ordine è importante, così come la cura delle sue cose ed indumenti. 

    Ti sei commossa dopo aver letto il tema? chissà che emozione grande scoprire i pensieri di Prince versa Bimba… bellissimo e vanne fiera!

  7. bene per il tema (anche io delle volte do i voti distinti), e coraggio per il castigo. ma, come diceva il saggio Snape un tempo, è proprio con le persone che ami di più che devi essere più severo…

  8. Per me il prossimo tema lo fa sulla mamma e prenderà nove e mezzo però ti rovina la reputazione con i prof. vedi un po' tu se ti conviene 😀

    baci extramamma

I commenti sono chiusi.