Era il libro delle vacanze

Nel mio sabato di shopping avevo comprato questo libro che era in un elenco di consigliati per l'estate dalla mia rivista preferita VF.

C'era una pagina di vari titoli, due per categoria di letture. Questo libro (che ho scelto anche in base al prezzo) era abbinato a La Parigina di Ines De La Fressange.

3413768 Riporto la trama del libro tratta da La feltrinelli  

"Quale ragazza non sogna, una volta nella vita, di ricevere in dono un gioiello di Tiffany? Sulla Fifth Avenue, due uomini stanno comprando dei regali per le donne di cui sono innamorati. Gary sta acquistando per Rachel un braccialetto, per ringraziarla di aver pagato la vacanza a New York, ma soprattutto perché ha rimandato l’acquisto fin troppo a lungo. Ethan invece sta cercando qualcosa di speciale: un anello di fidanzamento per la prima donna che lo ha reso felice, dopo la perdita dell’amore della sua vita. Ma quando per sbaglio i due regali vengono scambiati e Rachel si ritrova al dito l’anello di Ethan, le loro vite saranno costrette a intrecciarsi. E per Ethan riportare l’anello alla donna per cui lo ha scelto non sarà affatto semplice. Il destino ha forse altre idee riguardo le due coppie? O si tratta solo della magia di Tiffany?"

L'ho letto molto agevolmente, un libro scorrevole da estate sotto l'ombrellone. Una storia d'amore carina però ho avuto la sensazione che l'autrice stesse finendo le pagine a disposizione ed abbia accorciato le situazioni finali, sono riuscita lo stesso ad avere un paio di pagine di commozione e lacrime però non sono rimasta soddisfatta.

Anche il finale pur essendo in linea con il libro non mi ha fatto sospirare.

Uno dei personaggi femminili che verso la fine si rivelerà più importante di quello che sembrava non ha ricevuto la giusta attenzione per far capire come si siano evoluti i suoi sentimenti.

Capisco che certe situazioni siano state tenute nascoste per tenere in suspence, però a mio parere l'autrice avrebbe potuto far capire qualcosa in più in modo che la trama giungendo alla fine si intrecciasse meglio con tutti i protagonisti e noi da lettori fossimo trepidanti ad aspettare il momento in cui tutto si sarebbe rivelato.

Ci sono stati momenti un po' troppo ripetitivi e stancanti, in cui non si andava avanti per poi avere l'impressione di finire in fretta.

Naturalmente non voglio assumermi al ruolo di critica letteraria,  ho scritto solo le mie impressioni da lettrice. 

L'ho pagato solo nove euro e per quello che ho letto va bene così.

P.S. Extramamma sbrigati a finire di scrivere il libro.

 

Annunci

Informazioni su agrimonia71

La mondina delle parole in cerca di una nuova pianura.
Questa voce è stata pubblicata in vecchi post splinderiani. Contrassegna il permalink.

8 risposte a Era il libro delle vacanze

  1. Alleg67 ha detto:

    L'ho visto anch'io, ma non l'ho comperato, 9 euro? ma tu sei matta é già troppo caro, io al massimo ne metto 7 di euro per libro, poi se devo fare un regalo va beh… poi se si tratta di Extramamma questo é un altro conto, concordo Patty datti da fare che ci manca della lettura!!

    Alle volte ci aspettiamo molto da "certi libri " e rimaniamo deluse….
    con un amaro in bocca..ecco!!

  2. smilepie ha detto:

    scommetto che in quel elenco nn c'è nemmeno un saggio e io leggo solo quelli… vero?
    … pronta a ricredermi xò, se mi dici il contrario… : )

  3. ilmaredentrome ha detto:

    Anche io vorrei comprare quel libro. La storia mi sembrava promettere bene (avendone letto solo l’inizio su vf), e va be’. Ti consiglio qualunque libro di Federica Bosco, brava scrittrice, stile scorrevole, descrive le protagoniste così bene che alla fine ci si affeziona. È una lettura da ombrellone o da scacciapensieri! A me non ha mai deluso per lo meno, forse perché non avevo grandi aspettative.

  4. coloratissimo ha detto:

    Da appassionato lettore ho ,purtroppo,notato che per il cinquanta per cento e anche di più,il finale dei romanzi delude.
    Se non lo hai ancora letto ti consiglio "La solitudine dei mnumeri primi"di Paolo Giordano,Imperdibile e con un finale stupendo.
    Ciao,fulvio

  5. agrimonia ha detto:

    @Alle…sino a dieci compro volentieri, dopo li spendo se sono sicura dell'autrice.

    @Smile….Balzac e Proust 

    @Micol…inizia bene, ma secondo me si perde un po'. Mi segno l'autrice che hai scritto non conosco niente di lei.

    @Fulvio…sì l'ho letto e tutto d'un fiato, per contro il film era una cagata!

  6. EligRapHix ha detto:

    Quoto …. Patrizia potrebbe darsi una mossa.

  7. utente anonimo ha detto:

    E questa è anche in testa alla classifica, beata lei!
    mi toccherà comprarlo, o magari lo prendo in biblioteca così copio le parti più avvincenti 😀 cambio un po' i nomi e le stagioni e voilà!
    se alla fine ti sei commossa anche se poco, dai non era così male!
    Pare che il mercato chieda l'amore, begli intrecci d'amore, sto cercando di scrivere qualcosa del genere, ma mi viene da ridere (anche scrivendolo adesso)!!!!
    cmq grazie per incoraggiamento, ragazze!
    (E Ines come è? A me è abbastanza simpatica anche se un po' finta)

    ciao extramamma

  8. smilepie ha detto:

    più che libri di saggistica mi sembrerebbero grandi classici… : )))

I commenti sono chiusi.