non-di-solo-calcio-scrive-agrimonia-meno-male

Ultimamente le vicende umane-calcistiche hanno monopolizzato il blog, così tra incazzature e telefonate che non arrivano non ho scritto la cosa più bella ed importante: L'incontro con Alle!

Ci siamo riviste sabato scorso a casa di suo padre, abbiamo riabbracciato con gioia lei e Cris, è arrivata con un sacco di regali tra cui una fantastica bag-dog rosa e morbidosa per Bimba , appena posso scatterò una foto di lei che gira con la borsa a forma di cagnolino è fantastica!

Per il resto che ve lodico a fare si chiacchiera sempre volentieri ed anche se con skipe è bello perchè i dialoghi sono a voce e non solo scritti la presenza fisica di una cara amica è tutt'altra cosa.

Ogni volta mi prometto di farci scattare delle foto insieme e di farci riprendere, ma poi abbiamo così tante cose da raccontare che mi sfugge dalla mente.

Grazie  

se-fossese-non-fosse

SE FOSSE PRESO:

Per quanto la situazione sia stata ingarbugliata e poco chiara la risposta sarebbe sì, perchè Prince giocherebbe in una società che mette a disposizione buoni allenatori e nel suo caso preparatori capaci di insegnargli molto.

Prince nonostante la delusione dettata solo dall'inizio poco chiaro sarebbe prontissimo ad andare da loro, lui quest'anno avrebbe avuto comunque un cambio di preparatore dopo quattro anni e visto il bel rapporto di fiducia reciproca lo stacco sarebbe stato triste cambiare per cambiare meglio una svolta decisa e sicuramente in positivo dal punto di vista tecnico.

Dal lato umano lui a nove anni "grazie" ai compagni di paese e coscritti di squadra avrebbe smesso perchè l'ambiente per quanto sotto lo sponsor "cattolico" di bontà cattolica aveva solo il nome, per non farlo smettere per colpa di altri e non per una mancanza di passione che invece c'era ha dovuto affrontare una nuova squadra ed entrare in un gruppo molto unito che l'ha accettato lentamente, questo gli ha insegnato ad essere forte e se deluso non piangere di fronte ai compagni, ma al chiuso dell'auto, a tirare fuori la grinta e la prontezza di risposta se preso in giro, quindi anche da questa parte grosse difficoltà non ci sarebbero perchè il posto in squadra e nel gruppo ha dovuto impare a conquistarselo da piccolo.

SE NON FOSSE PRESO:

Sarebbe stata comunque una bella esperienza, già il fatto di essere stato richiamato è per lui motivo di orgoglio ed i suoi amici alla notizia del provino son rimasti colpiti e gli hanno fatto i complimenti. Continuerebbe a giocare nella sua squadra e come accennavo in post precedenti almeno sino ad ottobre non sarebbe co.co.co precario, ma co-titolare insieme all'altro portiere perchè il terzo a posto fisso è stato operato e rientrerà in autunno. C'è l'arrivo di un nuovo allenatore che da città grandisssima viene a donare il suo sapere e sulla carta non ci dovrebbero più essere favoritismi per via di amicizie personali, ma solo meriti tecnici. Inoltre potrebbe essere che il prossimo anno la società A potrebbe proporre un nuovo provino per valutare la sua crescita tecnica e fisica.

Da parte nostra come genitori  il prossimo anno d'importante c'è la scuola superiore da scegliere, vedremo cosa ci riserverà il futuro…e speriamo di riuscire ad agire nel modo più giusto possibile senza troppi errori. 

mi-tolgo-il-sasso-dalla-platform

Come alcuni hanno intuito ed altri essendo "intimi" informati da me per la prima parte della vicenda ovvero quella dell'esultanza, la vicenda misteriosa è che Prince è stato chiamato dalla Società per andare a giocare da loro o almeno così erano le premesse.

Il Marito che non è stupido e nemmeno sordo aveva capito bene le parole del dirigente di turno (due diverse persone) "siamo interessati, se il ragazzo è contento vorremmo che venisse a giocare da noi, ci sarà una partitella allo scopo di salutare il ragazzo e farlo conoscere al nuovo DS" il secondo dirigente addirittura alla domanda del Marito "ma siete davvero certi di volere Prince? perchè l'altra società sta facendo pressioni per firmare il cartellino ecc. ecc." rispondeva così "se non fossimo stati davvero interessati questa telefonta non ci sarebbe mai stata"

Però visto alcune situazioni precedenti abbiamo deciso di affiggere i manifesti per il paese solo a cose certe e meno male!

Perchè la famosa partitella "conoscitiva" era un provino vero e proprio, nessun dirigente si è presentato o ha salutato i ragazzi, li hanno guardati mentre giocavano, li hanno misurati peso e altezza (visto l'andamento ci poteva stare anche un controllo ai denti come ai cavalli).

Erano ventuno ragazzi tre portieri e gli altri giocatori di movimento, il Marito mi ha raccontato che in Alaska l'aria sarebbe stata meno gelida, tutti i genitori tirati e seri, i ragazzi nello stesso modo tutti corretti in campo e non una parola fuori posto.

Abbiamo passato una serataccia tra la delusione e il cercare di capire il senso della situazione.

Stamani il Marito ha telefonato in Società chiedendo spiegazioni, lui che è molto diplomatico ha intavolato i suoi interrogativi sul fatto che forse c'era stato un fraintendimento, comunque la questione è che telefoneranno loro quando avranno deciso e stop.

Sull'altro versante siamo riusciti a tardare la firma del cartellino ed abbiamo preso appuntamento per fine mese.

Che dite ce la faranno a decidere?

Spero di essere stata chiara, la questione non è firma o non firma non è che son qui a strapparmi i capelli perchè forse non andrà da loro, se avessimo saputo subito che era un provino anzi l'avremmo detto tranquillamente perchè era già una cosa bella esser stati richiamati, il fatto è di aver ricevuto due chiamate il cui contenuto era chiarissimo salvo poi essere smentite nei fatti, è inutile la correttezza gira al largo dai campi di calcio.

Le mie certezze rimangono sempre le stesse…..è un'ambiente di M…..

 

siamo al limite

Siamo al limite, c'è questa cosa strepitosa che vorremmo urlare ai quattro venti, tappezzare di manifesti il paese, autorizzare come intercettazione sui principali quotidiani, comporre l'sms e fare invia a tutti….

…ed invece no a parte qualche intimissimo amico a cui abbiamo mozzato la lingua o poche  persone che risiedono come minimo a 70 km da noi, non l'abbiamo ancora detto.

Noi tutti siamo esausti, nemmeno quando ero incinta e volevamo mantenere la cosa omertosa si era fatta una fatica così.

Domani sera finalmente, forse, probabilmente, con quasi certezza finalmente potremo dirlo a tutti!

Ma proprio a tutti!!!!!