shopping-post-leggero-ed-inutile

Il motivo principale di questa giornata di shopping è stato che dovevo "scaricare" di 23 euro la carta prepagata in scadenza.

Il primo pensiero è stato "vado al mio iper preferito e colpisco senza rimorsi".

Il Marito oggi lavora, ma molto ingenuamente di affida anche il bancomat, nel primo pomeriggio carico i miei bimbi e via destinazione città grande vicina.

Bimba che è una bebè molto intelligente si addormenta in auto e nemmeno il trasbordo seggiolino/passeggino la distoglie dalle braccia di Morfeo.

Siamo io ed il mio Prince, prima fermata libreria e prima strisciata di bancomat: il secondo libro di Percy Jackson scelto da Prince, due librotti per due bimbi (la titolare per distinguerli mi ha fatto un fiocco rosa ed uno azzurro), un libretto per un'amica e per me un libro che si preannuncia carino e leggevole il titolo era in un elenco di libri tra le pagine di VF.

Seconda fermata:profumeria! Mi son detta troverò un profumo che costi quella cifra anche magari una fraganza vecchia di anni, sono un po' stanca dei profumi da erboristeria. Invece niente, ce n'era uno sui ventisette, ma un ulteriore sconto non era possibile e pagare la differenza con contanti non si poteva così mentre la commessa gentilissima cercava di convincermi a guardare altri prodotti m'invento un'allergia al nichel e me ne vado facendole un gran sorriso.

Nel negozio per capelli compro il colore per il ritocco crescita e lo shampoo nuovo, solo che la cifra è inferiore e non voglio bruciarmi l'importo.

Nel negozio di profumeria francese YR porto i miei tagliandi sconto ed essendomi decisa ad un cambio look invece del solito fondotinta opto per una terra e con relativo pennellone la cui commessa mi fa notare il prezzo un po' alto, ma a volte se si risparmia su questi accessori il risultato è scarso così lo compro insieme al latte per il corpo all'olio d'oliva, uno smalto scurissimo, un nuovo rossetto ed esco dal negozio con anche l'omaggio di due braccialetti e di una trousse, ma ancora con la carta da scaricare. A proposito di questo acquisto non so se sia stato un errore della ragazza oppure era uno sconto in memoria e lei non lo sapeva, ma il costoso pennellone l'ho pagato solo un euro!

Prince nel frattempo mi tiene compagnia con le chiacchiere e dopo la sua incursione nel negozio di videogiochi e relativa richiesta devo consultarmi con Marito per avere conferma di un suo precedente assenso di acquisto, la cifra non è concordante ma Prince in un'impeto di generosità si accolla la spesa ed anche lui è contento.

Nel frattempo Bimba dopo due ore si sveglia, facciamo merenda con un buon gelato ed unulteriore giro per trovare l'acquisto giusto per scaricare la carta.

Idea! il famoso negozio di Intimo, uno dei miei buoni propositi di inizio anno era di curare di più la biancheria e così entriamo; Prince tiene a bada Bimba aiutato anche dalla commessa che mi serve ed io rivedo il mio decoltè rialzarsi miracolosamente, rinnovo il "parco" slip e con la scusa che loro abbinano le carte esco con la mia prepagata scarica, ma felice e carica di tanti regali per me.

Un bel regalo  me l'ha fatto Prince, prima di andare a letto mentre io ero qui al pc a scrivere questo post è venuto a salutare e mi ha detto "abbiamo passato un bel pomeriggio" e mi ha sorriso.

7 pensieri riguardo “shopping-post-leggero-ed-inutile

  1. shopping sfrenato eh? ma davvero il regalio più bello è stata la frase di Prince….
    a volte i figli con una parola ci riempiono il cuore e loro neanche lo sanno!

  2. Con la scusa dei 23 euro hai speso molto di più ma mi sembra che ne valesse la pena!
    anche per noi la sosta al negozio di videogiochi funziona così: tanto per rendere le cose più difficili doppia/tripla conferma da parte di tutti e due i genitori, tento per metter i bastoni tra le ruote 🙂
    sono anche d'accordo sul pennellone quelli da poco non fanno degnamente il loro dovere!

    ciao extramamma

  3. bella davvero come giornata di shopping 🙂 e poi un Prince complice che intrattiene Bimba e ti fa da spalla senza protestare é impagabile!

  4. dimenticavo! ottima scelta per Percy Jackson! (Il Grande si é sbranato i primi tre e stiamo girovagando per trovare i due che mancano. Meglio di Harry Potter, dice)

  5. hai visto che bravo il tuo ragazzo?
    vedrai che sarà sempre più cosi', io con Cris mi diverto un mondo a fare shopping…é proprio di compagnia..e poi quante risate!!

  6. Che bel pomeriggio, di shopping… familiare.
    Brava, ogni tanto è bello anche 'spendacchiare' senza pensare a budget e altre amenità.
    E poi, a casa, riguardarsi tutti gli acquisti con soddisfazione… 

  7. Io non posso convincere più di tanto i miei a gioire con me dello shopping, perché per la verità sono la prima che si stressa, a meno che non si vada in una libreria o da media world o all'ikea ….

I commenti sono chiusi.