pensieri

In questi giorni di trepidazione siamo stati vicini ed abbiamo fatto finta di niente su piccoli scatti plausibili di nervosismo reciproci,ci siamo accoccolati nella poltrona letto vicino a Bimba, cercavamo di convincerci a mangiare, così ieri sera mentre eri stecchito sul divano ti guardavo e mi domandavo come cavolo è stato possibile che succedesse, che un'altra persona s'infilasse tra di noi.

Com'è stato possibile che dei momenti fantastici e indimenticabili venissero sporcati in un modo così stupido, perchè ormai non è più una questione di perdono o di fiducia per la particolarità del periodo in cui è successo questa sarà una cosa che non cadrà mai nel dimenticatoio ed è proprio per questo che se ci penso mi fa incazzare.

Annunci

7 pensieri riguardo “pensieri

  1. la tua rabbia plausibile si legge tutta in una parola… stecchito…
    spero che quando la situazione te lo potrà permettere, tu riesca a pensare più a te stessa… nel limite del possibile rispetto al quotidiano che ti avvolge…
    ritrovandoti avrai le forze x passare oltre…

  2. non torturarti con i "come" , l'importante e' che vi siate ritrovati…

    mi hai fatto pensare a una canzone della "cantantessa" con mario venuti…

  3. ti confesso che non so come reagirei trovandomi nella stessa situazione e ti confesso che parlare da qui davanti alla tastiera forse è un pò troppo semplice…

  4. no, ti capisco, per questo non voglio dire niente, solo mandarti un abbraccio virtuale

I commenti sono chiusi.