polentata-serale-risveglio-pesante

Oggi mi sono alzata presto nonostante l’ora tarda dell’addormentamento, avevo un piccolo rallentamento digestivo.

Ieri sera siamo andati a casa di un collega del Marito dove per tradizione a Natale si riunisce tutto l’ufficio, il tema della serata è stata la polenta. Dopo vari briefing si è deciso che io avrei preparato la salsiccia "pucciosa" ( due chili di chilometrica salametta), un collega ex cuoco i funghi "pucciosi", ed un’altra collega la polenta concia ( Alle te la ricordi?) vera delizia della nostra zona.

Sul tavolo oltre al trionfo delle portate "pucciose" c’era anche in bella mostra un gorgonzola che solo a guardarlo si accasciava su di sè ed anche dei peperoni in bagna caoda che si lasciavano mangiare con voluttà.

Trionfo finale del tris di dolci preparati da altre colleghe, dei tartufini deliziosi e due crostate di marmellata.

La serata è stata carina, i padroni di casa deliziosi, purtroppo per me conoscevo di vista solo due di loro e non sono riuscita a sentirmi pienamente a mio agio, ma questo non perchè mi abbiano esclusa anzi le mamme di bimbi pccoli mi guardavano ammirate in occasione della loro domanda " Com’è aver un figlio di dieci anni?"  con lo sguardo speranzoso che un giorno anche i loro avrebbero avuto l’età in cui aver il genitore vicino sarebbe diventato quasi superfluo, solo che  sono una timida incredibile e non riesco a lasciarmi andare, a volte mi rendo conto che passo per  una che non dà confidenza però già il fatto di non arrossire durante vari dialoghi per me è già stato un successo, non è facile entrare in gruppo affiatato ma ci saranno sicuramente altre occasioni in cui poter lasciare a casa le mie insicurezze.

 p.s. Ieri sera ho sentito parlare della torta caprese, la conoscete? urge cercare con google e provare la ricetta dev’essere una vera delizia

7 pensieri riguardo “polentata-serale-risveglio-pesante

  1. AhAhAh!!! ANch’io mi sarei svegliata all’alba, anzi, non avrei dormito tutta la notte. Però che buono… slurp slurp. Uff, la mia cucina è sempre ferma, noente progressi. Oddio, in realtà il mio piatto forte ora non sono + i 4 salti in padella ma i ravioli burro e salvia, ed è già un passo avanti… ^_^ In questo modo ho già risposto alla tua domanda su eventuali conoscenze di torta caprese… conosco solo la caprese, così semplice, mozzarella e pomodoro e non sporchi le pentole 🙂 Va bè, con l’anno nuovo mi impegnerò d +.
    Quanto al tuo commento… ahahah!!! Fortissimo, è vero, la donna nel pallone non avrebbe avuto neanche bisogno di chiedere. IhIhIh!!!!
    Bello il tempate natalizio. Davvero.
    Un bacione, buon weekend a te e alla tua famiglia.

  2. Belle queste serate, un po’ si mangia, poi si chiacchera…
    Se fai la torta caprese fammi sapere.
    Un abbraccio e grazie degli auguri
    Lucia

  3. @Lan- riguardo ai primi menù noi all’inizio eravamo fortissimi nei fagiolini al pomodoro e scaloppine, poi ci siamo evoluti ci vuole tempo cara ^_^
    @lucia ho già trovato un sito dove c’è la ricetta con foto è un vero mattoncino ma molto golosa

  4. Ti capisco Agri, anch’io sono timida e spesso mi scambiano per una che “se la tira”. Comunque la tua serata ha mia fatto una gran invidia, io adoro tutte quelle maialate! Purtroppo non ne posso mangiare molte, ma dove posso “buttarmi”.. piatto ricco, mi ci ficco! Baci

  5. Una bella cenetta, non c’è dubbio…
    E riguardo al trovarsi tra persone che si conoscono poco, è normale un po’ di insicurezza iniziale. Ma penso che sia solo questione di rompere il ghiaccio e poi sei così spontanea sulla “carta” virtuale, lo sarai anche nella vita…
    Buona settimana!

  6. @origano mi sono buttata sulle insalate ^_^
    @Caute…qui in virtuale è tutto molto più semplice, che vuoi farci sarà la “giovine” età ^_* con il tempo diventerò sempre più “scafata”

  7. giusto venerdi sera ho presenziato anche io alla cena di natale che la mia metà aveva organizzato con i suoi colleghi. Dico presenziato perchè ero realmente un pesce fuor d’acqua, non conosceno nessuno e sinceramente posso tranquillamente dire che nessuno era interessato a conoscere me. Insomma, non vedevo l’ora di tornare a casa! Sono contenta che a te tutto sommato sia andata meglio!

I commenti sono chiusi.