12 pensieri riguardo “brivido di terrore

  1. Io invece mi ricordo con schifo quando mi dimenticavo a casa il mio e me ne davano uno di quelli “comuni” 🙂

  2. ahahaha è vero gli “avvisi” riservano sempre qualche brutta sorpresa: ieri sul diario della pulcina “scrivere e PREPARARE con la mamma una ricetta a base di pere” e l’ho vista alle 8 e mezza di sera :-S

  3. ma poverino…!!!
    a me tocca l’anno rpossimo…
    in compenso già da due anni, questo é il terzo, mi assorbo ore di piano!!!
    all’inizio era uno strazio, ora é decisamente piacevole!!

  4. Agri, porta pazienza. Ti ricordi quando lo suonavamo noi? (a me lo fecero suonare alle scuole medie).
    Vedrai che presto da quei fori uscirà un suono soave (devo tirarti sù il morale, no? :-P)

  5. Il messaggio è chiaro; il flauto non costa un capitale ed è facile da imparare. Fra qualche settimana la vostra famiglia sarà rallegrata da nuove melodie. Tanto più che le prove, se ho ben capito, saranno a casa dei nonni.
    Ciao.

  6. Alle medie ci facevano suonare questo coso….Io l adoravo!!!Ed ero bravina!!!

  7. io col flauto ci sapevo proprio fare… e poi avevo quello figo, non il classico honner giallo, una ciofeca, ma il fichissimo aulos nero *_*

    sepolto nell’armadio ce l’ho ancora e ancora so suonare il “pinocchio”… bellooooo

I commenti sono chiusi.