oggi-lasagne

Il Marito alla domanda: Visto che domani è domenica vuoi mangiare qualcosa di particolare?

La risposta otto volte su dieci è : lasagne.

Dovete però sapere che a lui piacciono quelle che io ho denominato alla "terrona" , i miei genitori sono abbruzzesi e da loro non è usanza preparare le lasagne con la besciamella come le classiche bolognesi, ma una verisone più asciutta e così stamani in attesa che lui torni dal lavoro mi sono cimentata con il piatto domenicale per eccellenza.

Ingredienti:

Sugo di carne morbido, preparato con macinata, un trito di cipolla, spezie e della passata di pomodoro rustica.

Mozzarella a dadini, prosciutto cotto sempre a dadini, parmigiano grattuggiato e sfoglia fresca (mi trovo bene con la grezza di Giovanni Rana).

ingredienti lasagne

La sfoglia in teoria è già pronta per il forno, ma non usando la besciamella secondo me rimane un po’ asciutta e così la faccio comunque cuocere tre minuti in acqua bollente con l’aggiunta di un cucchiaio di olio per non far attaccare tra di loro le sfoglie. Quando è passato il tempo le metto in una terrina con acqua fredda per fermare la cottura e poi le appoggio su di alcuni strofinacci in modo che si asciughi l’acqua in eccesso.

bollitura sfoglia

Preparo il fondo della teglia con un foglio di carta forno, metto un po’ di sugo ed appoggio la prima sfoglia e quindi inizio i vari strati sugo, prosciutto, mozzarella, parmigiano-sfoglia, sugo, prosciutto, mozzarella, parmigiano-ecc..ec..

Questo è il risultato finale prima della cottura che sarà in forno ventilato a 180 gradi per mezz’ora, prima d’infornare piccolo giro di olio EVO e poi lasciatevi avvolgere dal loro profumo!

Buon appetito!

Lasagne

Piccola specifica: la parte destra è priva di mozzarella solo perchè il principino non mangia formaggio sulla pasta e così ho tralasciato quella striscia per lui, che è stato attento al controllo che nemmeno un filo di parmigiano finisse dal suo lato…

Per quanto riguarda la dieta, direi che è un piatto unico e dopo basta davvero solo un po’ di frutta

esperimento riuscito

La prova parrucchiere è andata a buon fine.

La paura era molta, ma i capelli dovevano assolutamente essere sistemati e con i vari impegni calcistici ed il Marito lavorante del fine settimana non sono riuscita a prenotare la mia solita tagliatrice, così avendo notato i capelli di una mammadelcalcio molto ben colorati ed acconciati mi sono decisa.

La prova colore era quella che più mi terrorizzava, l’ultima volta che ho seguito il consiglio di un’amica (otto anni fa) mi sono ritrovata con i capelli gialli e plastificati come quelli della Barbie, salvo poi correre dalla mia attuale tagliatrice per farmi sistemare la chioma che era inguardabile, quindi con occhi ben aperti ed attenti ho chiesto la cartella colori e dopo aver discusso sul colore più idoneo ho anch’io controllato i minuti di posa.

Il taglio è quello che mi ha lasciato un po’ interdetta, la ragazza molto giovane ma comunque attenta ha usato il rasoio elettrico, ehi no non mi sono rasata alla Demi Moore, mi sono fatta sfilare i capelli sulle lunghezze e lei ha usato il rasoio sul pettine per sfilare mmh strano metodo, secondo me il taglio della forbice è tutta un’altra cosa e misura la reale capacità di tagliare i capelli.

La piega è andata bene, la ragazza era abbastanza decisa ma mancava comunque di un po’ di forza nel polso perchè io ho i capelli liscissimi ma di solito mi concedo la piega mossa fatta con la spazzola e la mia tagliatrice ufficiale riesce a farmi tutta bella mossa che durano persino il giorno dopo, lei molto carinamente alla seconda ciocca mi ha detto che erano davvero molto lisci, ed io le ho risposto di star tranquilla che la piega sarebbe venuta bene e sarebbe anche durata.

Nota molto positiva di questo salone franchising è che dopo sei servizi dello stesso tipo es: sei pieghe, sei pieghe e taglio, il settimo è omaggio.

Mi si è aperto un nuovo mondo! ho trovato come impiegare il tempo se costretta alla partita del principino sì perchè io sono una ragassa fortunata ed il centro commerciale è proprio dietro il campo di calcio e così una piega veloce ogni tanto è proprio l’ideale per passare il tempo.

E’ arrivato il sabato.

Mattinata intensa tra slalom di pulizie, Mdp, lavatrici e ferri incandescenti.

Oggi il Marito lavora e quindi l’appuntamento calcistico toccherebbe a me, ma sono una ragazza fortunata e quindi dopo il deposito del principino al campo il mio posto verrà preso da un nonno orgoglioso del suo nipitino ed io? bhe vado di corsa a sistemare la mia chioma fluente, il colore ed il taglio richiedono un po’ di coccole e di sabato pomeriggio il tempo passato a farsi massaggiare e pettinare i capelli è sempre ben speso.

Sono anche preda di un primo e spero ultimo raffreddore stagionale e quindi sì…un pomeriggio pigroso dalla parrucchiera è proprio quello che ci vuole.

ray

Man Ray – Woman with long hair, 1929

lo-chef-consiglia

Il Marito stasera è tornato dal lavoro con lo stomaco un po’ in subbuglio niente di grave, ma quando entrando dalla porta mi chiede "stasera mangio solo un po’ di pastina" è meglio non insistere. Il malessere maggiore l’ha avuto guardando dentro il wok (non la parabola).

Peperonata con salsiccia.

Lui povero ammore mio si voleva mangiare le mani, ma alla fine si è gustato solo una leggera, calda e confortante pastina mentre io intingevo  il pane nella "puccietta" della peperonata.

peperonata e salsiccia

Ingredienti per due persone golose con bis

Due peperoni (uno rosso e uno giallo),

Una melanzana,

una patata media,

una cipolla affettata (scalogno),

Salsiccia oppure salametta oppura luganega a seconda del luogo da cui leggete,

un barattolo di polpa di pomodori

un cucchiaio di olio extra vergine, sale e pepe, un pentolino di acqua calda.

Premessa  a noi piace con verdure miste, ma è buonissima anche con solo i peperoni.

Tagliate le verdure a tocchetti, e la salsiccia in pezzi di circa 6-7 cm, scaldate il cucchiaio di olio e mettete a rosolare la salsiccia quando si è colorata aggiungete  la cipolla, altra piccola rosolatura e poi aggiungete le altre verdure,la polpa di pomodoro, sale, pepe ed un mestolo di acqua calda coprite con il coperchio ed ogni tanto mescolate.

Se la "puccietta" si asciuga aggiungete acqua, così rimane una preparazione leggera senza troppo olio tanto la salsiccia è saporita e non serve esagerare con altri condimenti.

Buon appetito!!!!

non-scherziamo

…stamani giretto super veloce al mercato per andare a prendere un paio di jeans in una bancarella di una signora cinese molto gentile, ne ho comprati da loro già diversi paia soprattutto perchè li hanno semplici senza paillettes e strappi, ma semplicemente elasticizzati. Ho comprato sempre la solita taglia, tranne gli ultimi che finalmente è un numerino inferiore   e azz…il cinesino (presumo il marito) mi guarda e dice " ma M non è piccola?" EHI! lo so di avere il fianco generoso, ma dal guardarmi come se fossi la classica persona che inizia con la taglia piccola e poi finisce con la grande ce ne passa e poi quando la taglia era L li ho sempre comprati senza nessun problema anche perchè non c’è nessun motivo di nasconderla. Ed io "no va bene la M, li ho già comprati di questo modello vedi sono come quelli che indosso" e lui non convinto fino al momento in cui ho pagato e mi ha dato il resto a ripetermi che se non andavano bene di tenere la ricevuta per cambiarli perchè " troppo piccoli"

Ma vafff……#&@*

p.s. penso di non andarci più, gentile sì ma poco diplomatico

p.p.s. per la cronaca li  ho provati e sono perfetti tiè

jeans

Sì…Sì…l’avevo già pubblicata e certo il mio lato B non è proprio così piccolo….MA NEMMENO COSì GRANDE DA NON ENTRARE IN UNA M-44