gibert-mavaffa

Mi sono quasi sempre considerata una persona speciale, questo almeno negli ultimi anni in cui ho conosciuto la parola autostima. Mi considero abbastanza speciale perché pur non avendo una scolarizzazione altissima ho una cultura generale che non ha niente da invidiare a certi “personaggi”  che pur avendo macchinoni o mutande firmate hanno bisogno del bicchiere per scrivere una O, il Marito ogni volta si chiede perchè non vado al millionario poichè le so quasi tutte ^___^ ed anche al trivial me la cavo bene; però per il secondo anno ho una particolarità che mi sta lasciando un po’ interdetta: mi sto specializzando nella conoscenza di “patologie particolari”, l’anno scorso la tiroidite virale di De Quarvain forma quasi sconosciuta che ha rischiato di farmi entrare nella spirale ipotiroidea-eutirox anche se non ce n’era l’effettivo bisogno, ma solo per la fretta dei medici di mettermi “sotto contratto” e quest’anno invece tocca alla  PITIRIASI ROSEA del Gibert il fatto è che questa cosa ha sconvolto tutti i miei progetti di abbigliamento per le due festività che sono prossime nella mia famiglia : la S.Cresima  della mia nipote maggiore ed il Cinquantesimo di nozze dei miei genitori. Avevo già programmato un bel top, ma così dovrò ripiegare su qualcosa di molto leggero ma coprente…dire che sono incavolata è poco. Così stamani sono partita in direzione Novara ed ho trovato una camicia lilla o "glicine" come si usa dire adesso, con delle righe bianche di un cotone abbastanza leggero perchè ne sono certa, la legge di Murphy mi colpirà e nelle prossime due domeniche ci sarà un caldo boia ed io dovrò lasciare il top nell’armadio.

Chissà il prossimo anno cosa mi riserverà…Mucca pazza?!?

Annunci

gita-fuori-portaanzi-portone

Basilica di Superga

Domenica scorsa complice il bel tempo abbiamo organizzato con dei nostri cari amici di Carmagnola un’incontro a Torino meta: La Basilica di Superga. Mi ricordo che io ed il Marito (granata), ci eravamo stati circa 12 anni fa e tutto era più "ruvido" davanti alla Basilica c’erano solo dei gran sassi, adesso invece è tutto sistemato, con parcheggi ben definiti ed aiuole ben curate e qui bisogna senz’altro ringraziare le olimpiadi invernali se finalmente si è dato  giusto decoro ad un luogo che è sempre molto visitato. Noi abbiamo parcheggiato la macchina presso la stazione Sassi e siamo saliti sul trenino con gran divertimento dei bambini, nelle carrozze i sedili sono di  legno ed in una carrozza completamente scoperta nei lati, senza finestrini, il poggia schiena è semovibile in modo da sedersi nella direzione di marcia a seconda della discesa o salita…

Trenino per Superga

Arrivati nel piazzale ci siamo lasciati sorprendere dai bei lavori di decoro che sono stati fatti e dal fiorire di bar, il panorama ci ha regalato la vastità della città di Torino, il lunghissimo corso Regina Margherita, la Dora, peccato che una leggera foschia nasondesse il Monviso sempre bello e maestoso con la sua vetta appuntita…

torino

Come tutti quelli che si recano a Superga ed a maggior ragione se di fede granata, siamo andati a visitare il luogo della disgrazia del Grande Torino. Il principino ne aveva sempre sentito parlare dal nonno paterno e quindi si è messo imperterrito a leggere la didascalia che hanno messo vicino alla lapide commemorativa e tutti  i nomi di chi vi ha perso la vita. Il principino ha questo lato umano a volte sorprendente per la sua età, capisce il dolore che provocano disgrazie come queste e spontaneamente si è messo in preghiera, ho ammirato il silenzio rispettoso che le persone riservano  in questa parte di passeggiata, aldilà della fede calcistica e dei colori di squadra.

Luogo della disgrazia

Ridiscesi ci siamo concessi una lunga passeggiata lungo-Po, chiacchierando con le persone deliziose che sono questi nostri amici, certo la distanza è tanta e di solito  nella bella stagione cerchiamo di organizzare picnic o gite più o meno a metà strada, ed in occasioni particolari ci avviciniamo di più a casa di uno o dell’altro, inoltre adesso comunicare con loro è diventato ancora più semplice con la web cam e così trovo sia più semplice tenere viva questa amicizia nata sette anni fa e tenuta in piedi nonostante a volte la pigrizia di chiamarsi al telefono era tanta, chissà perchè a volte le persone migliori sono anche le più distanti da noi…

 

il-piacere-g-dannunzio

innamorati1wu4zl0

Io sono nel vostro sangue e nella vostra anima;

 io mi sento in ogni palpito delle vostre arterie;

 io non vi tocco

 eppure mi mescolo con voi

 come se vi tenessi di continuo tra le mie braccia,

sulla mia bocca,

 sul mio cuore.

 Io vi amo e voi mi amate;

 e questo dura da secoli,

 durerà nei secoli, per sempre.

 Accanto a voi, vivendo di voi,

ho il sentimento dell’infinito, il sentimento dell’eterno.

Io vi amo e voi mi amate.

Offerta quattro per due

Le donne casalinghe con capelli bianchi ed over 60-70 stamani erano arrabbiate perchè del detersivo che rende bianco sfolgorante il loro bucato non vi era traccia, nel super è entrata in vigore l’offerta 4 per 2 e così le prime arrivate hanno fatto incetta del prodotto ed alle altre è rimasta solo la magra soddisfazione di consolarsi a vicenda ed inveire contro il mancato rifornimento da parte della direzione del supermercato. L’accaparramento è previsto per lunedì mattina, la mia "ragassa" mi ha già dato disposizioni nel "caso" lunedì io sia di passaggio nei dintorni del super.

la prima volta

Ieri sera è stato un momento magico.

Lettura istruzioni.

Sale.

Brillantante.

Piatti sporchi.

Io e il Marito vicini vicini tenendoci per mano eeeee…..seleziono programma delicati, chiusura dello sportello ed il suono meraviglioso dell’acqua ha invaso i nostri timpani.

Ok adesso tutto è tornato alla normalità.