come sciacquarsi la coscienza

Premessa : quando un collega raggiunge la pensione si provvede alla raccolta “fondo per il regalo” che verrà consegnato all’interessato l’ultimo giorno di assunzione con relativo contraccambio di “festa e cotillon”

IL collega prossimo a questo evento è una persona ipocrita, falsa, dalla sua bocca sono uscite cattiverie per tutti, ha dato della prostituta (uso un termine meno volgare) a tutte le donne della ditta, senza ricordare che una delle sue nuore  ne ha combinate veramente alcune da film (questo per dire che una la dà a chi vuole, ma senza giudicare gli altri), ha sparlato anche dei suoi compagni di bevuta e di cattiverie, dalla sua bocca sono uscite le peggior “stronzate” che un’essere umano possa mai pronunciare. Già per mia idea personale avevo già deciso che il cinque euro per quello lì non l’avrei certo fatto uscire dal mio portafoglio, ma ancora di più adesso che ho saputo che lui dietro insistenza di una collega (anche lei una bella ipocrita, ma di quelle subdole) ha detto che lui la festa non la fa se però qualcuno pensava di fare comunque un regalo di usare i soldi come offerta

BRAVO! BRAVO! così fai anche bella figura con i soldi degli altri, ma di una cosa sono certa chi ha avuto modo di conoscerti davvero lo sa che questa falsa generosità è solo una facciata per farti bello e riempirti la bocca di questo gesto nobile… di occasioni per fare offerte alla Croce Azzurra non mancano e soprattutto non sarà certo questo il momento giusto. Non vedo ora che sparisci dalla mia vista VERME!

Annunci

Informazioni su agrimonia71

La mondina delle parole in cerca di una nuova pianura.
Questa voce è stata pubblicata in vecchi post splinderiani. Contrassegna il permalink.

8 risposte a come sciacquarsi la coscienza

  1. Origano ha detto:

    Bè c’è sempre un lato bello: come hai detto tu, fra poco sparisce dalla tua vita! Comunque una bella faccia di chiulo, non c’è che dire, e la storia della Croce Azzurra è la degna conclusione della sua vita triste. Ma pensa che bello non lasciare neanche un ricordo positivo in nessuno.. quello lì è da compatire.

  2. utente anonimo ha detto:

    Una volta avevo trovato una frase che mi piacque molto:

    “Io ho la coscienza pulita……… non l’ho mai usata!”

    Ciao!

  3. agrimonia ha detto:

    @origano il fatto è che quel tipo al di fuori del nostro ambiente, sicuramente non è ben conosciuto passerà quindi come una persona generosa, brrr ha quelle faccette che gli tireresti un cazzotto sbam in pieno centro
    @ Marco, bella frase i tuoi commenti sono sempre sottili ed arguti

  4. Evelyndreams ha detto:

    Quando si lavora in ambienti grandi è così….si è costretti a collaborare con ogni tipo di personaggio.
    Io in questo senso sono davvero fortunata…spero solo non cambi.
    Ciao!!

  5. tataketty ha detto:

    dove lavoravo io i soldi li metteva chi voleva, ai colleghi antipatici sempre pochini,,,
    Ketty

  6. LOTE1 ha detto:

    Che odio dover dare i soldi per contribuire al regalo di qualcuno di cui non potrebbe fregartene meno. Hai fatto benissimo!!! Quoto!!!
    Sono tornata, dopo tanto tempo. Ho avuto un po’ di problemi, per fortuna risolti per ora.
    Besos, buona serata.

  7. dodoc ha detto:

    cavolo a giudicare dalle tue rabbiose parole deve essere davvero un bel tipo il tuo collega…

  8. LOTE1 ha detto:

    Ma esiste davvero il Blog degli abbandonati… Che storia, pensavo scherzassi. L’ho scoperto vagando per caso. L’ho anche linkato.
    Buona serata cara.
    Besosss.

I commenti sono chiusi.