calcio di merda

Il calcio non mi è mai piaciuto, lo sopporto solo perchè il principino ha deciso di giocarci e mannaggia a lui ha scelto di fare il portiere "perchè sai mamma è bellissimo tuffarsi!"

Che ingenuo!

Pensare che il calcio è un bellissimo gioco di squadra è utopia, perchè se sei una mezza sega (come certi papà apostrofano il figlio), puoi permetterti di sbagliare; se invece anche in allenamento il portiere prende un gol ecco che il cretinetto di turno seguito dalle altre pecore lo prendono a parole e non sto parlando di ragazzi adolescenti e strafottenti, ma di bambini di dieci anni.

Ieri sera al ritorno a casa e dopo il suo perentorio "il prossimo anno non gioco più" ho dovuto spiegare a mio figlio il significato di "figlio di puttana" ed esortarlo a dire la prossima volta che dovesse capitare ancora una cosa simile "che tua mamma lavora insieme alla mia".

Tutti inneggiano allo sfascio della società, ma la società non siamo forse tutti noi messi insieme? certe persone invece di sentirsi orgogliosi perchè il figlio è campione di play station dovrebbero insegnare il significato delle parole "dare rispetto" e non solo pretenderlo dagli altri.

Mi dispiace di una cosa, che il principino prenderà ancora tanti calci nel sedere in questo mondo di merda dove essere fighi è intercalare un cazzo e un vaffanculo o pirla uno dopo l’altro.

Gli auguro che un giorno ricordando questi episodi possa sorriderci sopra ed in mente sua mandi un caloroso vaffanculo a questi sfigati che solo perchè hanno un pallone tra i piedi si sentono degli dei loro e genitori annessi, che sperano di diventare ricchi sfruttando i figli.