concerto-negramaroil-giorno-dopo

P1010173

Questa foto, a parte la mano(fata finta che non ci sia!) è venuta bene, merito del Marito che con il suo metro e ottantadue ha potuto alzare le sue lunghe braccia ed immortalare il concerto di ieri sera.

Ci siamo divertiti molto, abbiamo ballato, saltato e cantato, Giuliano ha una voce limpida ed a tratti virtuosa, in particolare in un paio di brani che ha eseguito da solo accompagnandosi una volta al pianoforte ed una volta con la chitarra.

Sono stati molto simpatici con noi del pubblico, incitavano a cantare con loro i brani del nuovo disco “la finestra” ed alcuni del precedente album. Sono state quasi due ore di concerto, in cui non ci sono stati spintonamenti in generale c’è stata abbastanza civiltà, anche se mi stupisco sempre dell’enorme immondizia che rimane nel prato, naturalmente su quasi cinquemila persone non si può pretendere che tutti siano rispettosi dell’ambiente. L’unica nota stonata è stata che alla fine del concerto ci siamo fermati in un gruppetto di trenta persone per avere un’autografo, nello spazio dei camerini erano entrati solo dei disabili con accompagnatori e qualche parente degli organizzatori una decina in tutto, comunque ci hanno mandato via dicendo che stavano mangiando e che sarebbero usciti verso l’una (quasi un’ora e mezza dopo)non l’ho trovato giusto, certo magari è stata una scelta degli organizzatori e non del gruppo, però non mi è piaciuto quest’obbligo di andarsene, visto che è grazie ai fans che loro sono diventati famosi.

La mia Carmen Consoli era stata molto più gentile, finito il concerto mezz’oretta per fare una doccia ed era uscita per firmare gli autografi e fare delle foto e dopo aveva mangiato.

Comunque a parte questo piccolo episodio il divertimento è stato tanto, partecipare ad un concerto mi dà sempre una grande carica di energia e buon’umore, raggiungendo il culmine con un’ottimo spuntino di kebab.

P1010172